AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE politica

Mattarella celebra a Reggio Emilia il 220esimo anniversario del Tricolore / Video e Foto


ROMA – “Il Tricolore contiene ed esprime il valore della nostra unità nazionale“: il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, lo dice intervenendo alla cerimonia per il 220mo anniversario della nascita del primo Tricolore, al Teatro Valli di Reggio Emilia, in diretta su RaiNews24.

Il Tricolore “esprimendo questo valore dell’unità nazionale, ha accompagnato con continuità le varie fasi della storia unitaria del nostro Paese“, dice Mattarella, fino alla Resistenza, alla Repubblica e alla Costituzione, “attraverso una lunga trama di vite, di storie, di aspirazioni, di luoghi e di eventi dove si è svolta la vita del nostro Paese in questo lungo periodo”.

In questa “lunga storia”, il valore dell’unità nazionale “è stato declinato in maniera evolutiva” con “una crescente consapevolezza del significato dell’unità nazionale, con una crescita di sentimento comune nazionale“, prosegue il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Ma “ha avuto anche momenti di arretramento, è stato indebolito nel periodo in cui deformazione del concetto di patria e di nazione subita con il fascismo ha indebolito la condivisione e l’identificazione popolare con l’idea di patria e di nazione- avverte Mattarella- che si è ripresa, come ha detto tante volte nel corso degli anni un grande italiano scomparso pochi mesi addietro, Carlo Azeglio Ciampi, che ha inaugurato il museo del Tricolore, è l’8 settembre 1943 che riprende la storia della patria: è da allora, dalla vera Resistenza, dalla Repubblica, dalla Costituzione che si rilancia l’idea, il valore della patria e dell’unità nazionale“.

Un valore “che va considerato non tanto con lo sguardo al passato, ma verso il futuro, sulla capacità ci costruire il futuro concreto del nostro popolo”, prosegue il Presidente della Repubblica. E allora, “il modo di intendere così il valore dell’unità nazionale lo rende davvero coinvolgente per la comunità nazionale, lo rende espressivo del diritto di tutti ad essere effettivamente cittadini del nostro Paese”, segnala Mattarella, invitando a considerare quello del tricolore come “non un valore astratto, ma un valore concreto che si dispiega nel corso del tempo in maniera adeguata al mutare delle condizioni. E’ un concetto vivo che quindi sorregge e spiega il perché dell’esclamazione ‘viva il Tricolore, viva la Repubblica, viva l’Italia’”.


07 gennaio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988