ApprofonDiRE

Roma, nel Municipio X il M5s vince ma perde 13 punti. Exploit di Casapound

ROMA – Il grande astensionismo, e poi la conferma delle previsioni con il ballottaggio tra Giuliana Di Pillo del Movimento 5 Stelle e Monica Picca, sostenuta dal centrodestra.

Stabile il Pd e in grande crescita CasaPound, oltre ai buoni risultati di ‘don’ Franco De Donno e Andrea Bozzi, molto ‘radicati’ sul territorio.

Queste le indicazioni che emergono dal voto nel Municipio X di Roma.

Il dato più impressionante è proprio quello dell’astensionismo, con praticamente il 20% degli aventi diritto che non si è recato alle urne: ha votato infatti il 36,15% (circa 67.000 su 185.000) degli elettori, mentre alle comunali del 2016 lo aveva fatto il 56,11%.

DATI DEFINITIVI: DI PILLO CHIUDE AL 30,21%, PICCA 26,68%

La candidata del Movimento 5 Stelle, Giuliana Di Pillo, ha raccolto il 30,21% delle preferenze (19.777 voti), mentre Monica Picca del centrodestra il 26,68% (17.468 voti). Sono i risultati definitivi (scrutinate tutte le 183 sezioni) del primo turno delle elezioni del Municipio X di Roma. Il 19 novembre sarà ballottaggio tra loro per la presidenza.

Staccati tutti gli altri: Athos De Luca (Pd) con il 13,61% (8.909), Luca Marsella (Casapound) al 9,08% (5.944), ‘don’ Franco De Donno con l’8,61% (5.640), e poi Andrea Bozzi con il 5,54% (3.625), Eugenio Bellomo al 3,61% (2.366), Giovanni Fiori con l’1,34% (880) e Marco Lombardi all’1,32% (863).

 

6 novembre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»