A Udine tre giorni per la bellezza in Costituzione

ROMA  – Venerdì 9 ottobre a Udine comincia “Riconoscere la Bellezza”, che per tre giorni (9-10-11 ottobre) trasformerà Udine nel centro di riferimento per il dibattito che si sta sviluppando intorno al disegno di legge per inserire la bellezza nella nostra Costituzione. La manifestazione, promossa dall’Associazione “Riconoscere la Bellezza” la cui presidente, la deputata di Sel Serena Pellegrino è anche prima firmataria del progetto di legge costituzionale per inserire la bellezza nella Costituzione italiana, si articola in simposi, dialoghi e laboratori attraverso i quali i tanti ospiti con la collaborazione degli “operatori di Bellezza” proveranno a delineare occasioni per ri-pensare, ri-conoscere e ri-produrre lo straordinario Patrimonio che arricchisce il nostro Paese.

udine

Il via ai lavori è previsto per il 9 ottobre 2015 alle 15.00 nel Salone del Parlamento a Udine, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare On. Gian Luca Galletti, del Presidente Commissione Lavoro Camera dei Deputati On. Cesare Damiano, del Presidente Commissione Affari Costituzionali Camera dei Deputati On. Andrea Mazziotti di Celso, del Presidente Commissione affari sociali On. Mario Marazziti. Insieme a loro i rappresentanti degli enti e delle istituzioni locali e quelli di moltissime associazioni nazionali che condividono la mobilitazione per la “Bellezza in Costituzione”.

Poi la manifestazione entrerà nei palazzi, nei musei e nei teatri, coinvolgendo le piazze e le corti, animando i portici, la Loggia, aprendo il conservatorio e le gallerie d’arte. I Simposi, tra sabato e domenica, dopo l’introduzione del Sindaco di Udine Furio Honsell, focalizzeranno i temi della Bellezza nell’economia, della Bellezza della natura e della Bellezza dello spirito, con il contributo di relatori quali il giornalista Emilio Cavallini, i parlamentari Stefano Fassina e Salvatore Matarrese, l’ambientalista Grazia Francescato, l’attrice Daniela Poggi, il geologo Mario Tozzi e tanti altri autorevoli interlocutori. I tre percorsi confluiranno idealmente nell’ultimo appuntamento intitolato “Il Patrimonio Storico Artistico Culturale: una risorsa materiale e immateriale”. I Dialoghi, nelle giornate di sabato 10 e domenica 11 ottobre, avvicineranno il pubblico a personaggi quali Giulietto Chiesa, giornalista e scrittore, Massimo Bray, storico, ex Ministro e attualmente direttore generale dell’Istituto dell’Enciclopedia Treccani, Stefano Zecchi, scrittore e professore ordinario di Estetica all’Università di Milano, Philippe Daverio e Vittorio Sgarbi. I Laboratori coinvolgeranno l’intera città e la Bellezza, che vive nel capoluogo friulano, avrà innumerevoli occasioni di manifestarsi e intersecarsi, attraverso musica, teatro, danza, fotografia, pittura, poesia.

6 Ott 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»