Comunali, Renzi: "Il risultato? Non è negativo: Pd quasi ovunque oltre il 40%" - DIRE.it

Politica

Comunali, Renzi: “Il risultato? Non è negativo: Pd quasi ovunque oltre il 40%”

renzi_pd

ROMA – “Io non ho detto che il risultato e’ negativo, e non lo penso”, dice Matteo Renzi, commentando l’esito del primo turno delle comunali. Renzi avverte: “Occhio ai numeri. Perche’ quasi dappertutto il Pd sta sopra il 40 per cento nelle varie citta’. Ha dei problemi che deve affrontare, e noi ci impegneremo”, aggiunge.

LA ‘SINISTRA’ – “Visti i risultati di Airaudo o di Fassina, mi sembra che chi vuol dare un voto di protesta, vota i Cinque stelle, non formazioni alla sinistra del Pd. Stanno tra il 4 e il 5: contenti loro…”.

ROMA – “Roberto Giachetti ha fatto mezzo miracolo. Onore al merito. C’e’. E’ li’. Ora si giochera’ la partita al ballottaggio”, aggiunge Renzi. “A Roma siamo contenti del mezzo miracolo, ma vorremmo anche l’altro mezzo”. Lo dice Matteo Renzi, in conferenza stampa. Per il premier “Giachetti deve fare Giachetti. Perche’ Virginia Raggi e’ un personaggio molto atteso dalla comunita’ nazionale e internazionale. Se Giachetti si mette a parlare di Roma, e dice le cose che vuol fare per Roma, sara’ un ballottaggio divertente. Anche perche’ il ballottaggio parte da zero, e la distanza tra Giachetti e Raggi e’ inferiore a quella tra Fassino e la sua rivale”.

BOLOGNA E RAVENNA – Matteo Renzi guarda al ballottaggio nelle città dell’Emilia-Romagna fiducioso: “Credo che si possano vincere tutti”, assicura oggi nella conferenza stampa di analisi del voto alle amministrative. Sulla via Emilia, dice il premier, “abbiamo avuto tre risultati diversi” in zone contigue, visto che a Rimini il candidato Pd, Andrea Gnassi, si è affermato al primo turno. Bologna e Ravenna, invece, dovranno tornare al voto, ma comunque, fa notare Renzi, partendo da una situazione di vantaggio a livello di numeri. “Credo- conclude- che si possano vincere tutti e tre i ballottaggi- anzi, conclude correggendosi- uno (Rimini, ndr) l’abbiamo già vinto”.

IL REFERENDUM – I risultati di ieri rappresentano un campanello di allarme per il referendum? “No. La risposta e’ no”, dice Matteo Renzi in conferenza stampa. “La questione del referendum istituzionale impattera’ molto profondamente sul governo, mentre quello di ieri e’ stato un voto molto frastagliato. E poi penso che la maggior parte delle persone che ieri ha dato un voto di protesta, sul referendum non potranno che votare si’. Chi vuol dare un messaggio contro l’establishment deve votare si’ al referendum. Non mi stupirei che molti di quelli che hanno votato ieri Lega o M5s al referendum voteranno per il si'”.

LEGGI ANCHE:

Renzi: “Napoli problema grande, proporrò il commissariamento del Pd”

6 giugno 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»