Cdm straordinario per il maltempo; Appello associazioni su dl sicurezza; Fca dice sì a parità salariale

MALTEMPO, CDM STRAORDINARIO PER GLI INTERVENTI STRUTTURALI

Il premier Giuseppe Conte annuncia la convocazione di un consiglio dei ministri straordinario per far fronte ai danni arrecati dall’emergenza maltempo. La riunione stanziera’ le risorse per interventi strutturali di riassetto del sistema idrogeologico. In Veneto scatta la mobilitazione della societa’ civile, con migliaia di volontari pronti a dare una mano per la ricostruzione. Per la ricognizione dei danni e delle opere da realizzare in campo anche il ministro delle infrastrutture Danilo Toninelli. “Con l’Anas lavoriamo per ripristinare il prima possibile condizioni normali di viabilità”, spiega il ministro.

DL SICUREZZA, APPELLO DELLE ASSOCIAZIONI

Mentre il governo ipotizza la questione di fiducia, arriva un appello ai parlamentari perché migliorino le norme del decreto Salvini. Lo rivolgono le principali associazioni che operano nel campo delle migrazioni, tra le altre la Comunità di Sant’Egidio, le Acli, il Centro Astalli, la Caritas e la fondazione Migrantes. “Per la sicurezza di tutti non conviene aumentare l’irregolarità ma rafforzare l’integrazione”, scrivono i firmatari che guardano “con grande preoccupazione ai segnali di durezza che – scrivono- non risolvono i problemi”.

REFERENDUM IN FCA, SI’ AL PAREGGIO SALARIALE

Tutti in Fca, ma con lo stesso salario. Altissima la percentuale di adesioni al referendum interno alla Fiom sulla piattaforma rivendicativa, in vista della scadenza contrattuale di fine anno. Il 96 per cento dei 23 mila votanti ha accolto la richiesta di una sostanziale omegeneizzazione dei livelli salariali nei diversi stabilimenti Fca. Ora “un tavolo unitario” chiede Francesca Re David, segretaria generale della Fiom-Cgil.

RIFIUTI, DE LUCA: ALL’ESTERO NON LI VOGLIONO PIU’

All’estero non vogliono piu’ i rifiuti made in Campania. Il governatore Enzo De Luca annuncia che la Regione lavora a una gestione autonoma del ciclo rifiuti. L’amministrazione, spiega, sta selezionando i gruppi di progettazione per gli impianti di compostaggio. “La bonifica delle discariche e’ quasi completa e siamo in gara per scegliere i soggetti che devono realizzare il combustibile solido secondario”, aggiunge De Luca che conclude: “Ormai anche i Paesi esteri non accettano piu’ i rifiuti”.
5 novembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»