Mondo

Afghanistan, il sindaco di Herat: “I soldati italiani devono restare”

afghanistanFIRENZE – “Abbiamo bisogno che gli italiani siano qui anche in futuro“.  Lo ha detto a Firenze, Ghulam Ghous Nikbeen, sindaco della citta’ afghana di Herat. Il sindaco, impegnato nel forum per la pace in corso a Palazzo Vecchio, ‘Unity in diversity’ (5-8 novembre), si e’ detto “contento” della decisione dell’Italia di prolungare la permanenza militare nell’area.

A Herat, spiega il sindaco, “le cose vanno meglio, le persone riescono a vivere una vita tranquilla. Dobbiamo dirlo, vogliamo davvero la presenza dei soldati italiani nel nostro paese ed in particolare la voglio nella mia citta’”, perche’ “serve per riuscire ad avere una buona situazione”.

Infatti, aggiunge il primo cittadino di Herat, “da soli non ce la facciamo a risolvere la situazione negativa creata dai talebani. Le nostre famiglie, la nostra gente, ha bisogno degli italiani ed e’ felice del lavoro da loro svolto, che ha contribuito a rendere tutti piu’ felici. Hanno costruito ospedali, edifici, altre strutture. E’ bene che restino”.

5 novembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»