Oltre 60 spiagge da scoprire in treno: ecco il travel book del mare

ROMA – Rapallo, Follonica, San Benedetto del Tronto, Formia, Agropoli, Maratea, Roccella Jonica, Tropea, Taormina. Sono solo alcune delle 61 spiagge italiane- 30 tra Nord e Centro e 31 tra Sud e Isole- raggiungibili con i treni regionali, censite e descritte da Trenitalia nei due volumi del Travel book Mare, presentato stamattina nella sede dell’Ente Nazionale per il Turismo Italiano Enit a Roma. Protagonisti di questa seconda uscita della collana Travel Book Trenitalia, dopo quello dedicato ai borghi presentato con l’associazione ‘I borghi più belli d’Italia’ lo scorso marzo, sono spiagge e scogli da amare, servite quotidianamente da oltre 2.500 corse regionali Trenitalia.
Il treno regionale sta cambiando rapidamente pelle e, complice la capillarità della rete e il basso costo, da mezzo tradizionalmente frequentato dai pendolari per lavoro o studio diventa anche mezzo a forte vocazione leisure. Nel 2017, infatti, i viaggi per turismo sulle strade ferrate regionali sono aumentati del 7% e il trend è proseguito nei primi sei mesi del 2018, che hanno registrato, in alcune delle stazioni proposte nel book, un +4,5% sul numero di viaggiatori rispetto allo scorso anno.
“Vogliamo esserci non solo per chi si sposta per business ma anche per chi usa i nostri treni per svago- dichiara in conferenza stampa Maria Giaconia, direttore della Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia- I nostri clienti sono principalmente persone che si spostano per motivi di studio e di lavoro. Una parte consistente però si sposta anche per svago e tempo libero, e non possiamo ignorarla. Si tratta di un segmento importante, il 26,4% rispetto al mondo che si sposta per business. Per questo- spiega- cresce la nostra vocazione leisure”.
Un’operazione pensata da Trenitalia solo dopo aver aumentato la qualità del trasporto regionale per i pendolari, con una customer satisfaction che è passata dal 72% nel 2012 all’83%, con riscontri positivi sia in termini di pulizia (+24%), sia di puntualità (+17%, con il Lazio ai livelli di puntualità del Friuli Venezia Giulia), in una prospettiva di innovazione che tra il 2019 e il 2023 consentirà a Trenitalia di rinnovare completamente la flotta regionale con 8 miliardi di euro di investimenti (il 60% nel biennio 2019-20).

L’incentivazione del trasporto regionale per motivi di svago non si ferma all’iniziativa dei travel book, ma si arricchisce, con l”Estate è Trenitalia’, di accordi specifici siglati con hotel e lidi, con una scontistica per il pernottamento o il noleggio degli ombrelloni (come a Cervia, Milano Marittima e Costa degli Dei) e un’attenzione particolare rivolta ai più piccoli (gratuità sotto i 4 anni), agli amanti delle bici e degli amici a quattro zampe. “Il mondo del turismo è fatto di gestione dei flussi. Informazione, accessibilità e accoglienza sono le chiavi per un turismo di successo- dichiara il direttore Marketing e Promozione di Enit Maria Elena Rossi- Trenitalia ha in questi anni dato un segnale importante per contribuire a migliorare la gestione dei flussi turistici, per questo Enit sta dialogando con questo partner anche sui mercati esteri. Nel 2017 infatti abbiamo raggiunto il 50% di flussi italiani e il 50% di flussi esteri. Il turismo domestico garantisce continuità e presenza, il turismo internazionale apporta in termini economici importanti ricadute- sottolinea- il fatto di investire insieme a player significativi come Trenitalia è per noi una chiave di successo”.
La collana dei travel book di Trenitalia proseguirà con altre prossime uscite: Siti Unesco, Parchi e itinerari naturalistici, Wellness location, Neve e Giardini, per far conoscere ai clienti del trasporto regionale luoghi che è possibile scoprire in treno, in modo economico e sostenibile.
Da luglio il book Mare viaggerà anche a bordo delle Frecce dell’Alta Velocità con 19mila copie, allegato al magazine La Freccia e, ad agosto, sarà in edicola con ‘Bell’Italia’, la rivista dedicata alle bellezze turistiche dello stivale. I book Mare e Borghi sono disponibili anche in formato digitale sul sito Trenitalia.

5 luglio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»