Dai 15 ai 70 anni, fiori australiani per le donne di ogni età

Ogni fase della vita di una donna presenta i suoi problemi e le sue difficoltà ma per ognuna c’è rimedio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La rabbia e l’irrequietezza dell’adolescenza e poi la crisi di mezza età. Ogni fase della vita di una donna presenta i suoi problemi e le sue difficoltà ma per ognuna c’è rimedio: dal rapporto conflittuale con i genitori, alle paure legate alla propria femminilità, fino alla sensazione di inutilità una volta che i figli sono cresciuti, la floriterapia rida’ la giusta carica allontanando gli stati d’animo negativi. E se per le più giovani si punta ad armonizzare i legami parentali, per le più grandi a riscoprire bellezza, passione e nuovi stimoli.

“Gli Australian Bush Flower Essences, 69 essenze floreali, favoriscono il recupero del benessere psicologico trasformando positivamente l’energia della persona – spiega Cristina Settanni, naturopata, Flower Therapist, esperta in fiori australiani, autrice del libro ‘Fiori del bene’, docente presso il College of Naturophatic Medicine CNM Italia – I fiori permettono di riscoprire le qualità positive presenti in tutti noi, che molto spesso non riusciamo a manifestare e riequilibrare così i disagi emozionali”.

 Ecco dunque qualche utile consiglio floreale per le donne di ogni età:

FIORI AUSTRALIANI, 15-20 ANNI 

Per le ragazze più giovani due fiori lavorano sulla relazione figlio-genitore: Bottlebrush (il fiore del cambiamento) oltre ad incoraggiare a non fare resistenza al cambiamento ha anche la virtù di favorire un armonioso rapporto tra madre e figlio; Red Helmet Orchid (il fiore del padre e del figlio) è invece al servizio dei padri e dei figli. E’ un fiore che aiuta a relazionarsi in caso di rapporto conflittuale; lavora anche sul rapporto con le autorità, dunque, è utile a combattere la ribellione contro le norme sociali, le leggi e i simboli dell’autorità, spesso conseguenza di un rapporto difficile con la figura paterna.

FIORI AUSTRALIANI, 30-40 ANNI

She Oak (fiore della femminilità) è il fiore del femminile per eccellenza. Trasmette la sua forza energetica in tutte le fasi della vita di una donna, riequilibrando in profondità le problematiche emozionali e somatizzate a livello fisico. La sua azione armonizza lo Yin, l’energia femminile secondo la medicina tradizionale cinese. Scioglie i conflitti interiori e le paure inconsce che insidiano la relazione con il proprio femminile. Aiuta a riconnetterci con il nostro potere interiore e a far sbocciare quel meraviglioso fiore racchiuso in tutte noi, nonostante l’età o le esperienze negative e traumatiche a cui la vita a volte ci espone. Essere donne è un viaggio bellissimo. E in questo viaggio, She Oak ci accompagna.

FIORI AUSTRALIANI, 60-70 ANNI

Wild Potato Bush (fiore della flessibilità) è indirizzato alla frustrazione della limitazione fisica. Trasmette leggerezza e agilità alle donne che vorrebbero muoversi agilmente ma il loro fisico lo impedisce. Questo fiore è un grande alleato delle persone in sovrappeso o che soffrono di dolori articolari. Grazie alla sua energia tonificante, stimola una migliore dinamicità psicofisica. Scuote dalla pigrizia e fa tornare la voglia di muoversi. Silver Princess (fiore della direzione) aiuta a trovare la direzione da prendere nella propria vita. È utilissimo quando ci troviamo a un bivio, i figli sono andati via di casa, siamo in pensione e non sappiamo cosa fare. Quando siamo disorientati agisce come una lanterna e aiuta a trovare nuovi obiettivi, nuovi stimoli.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

5 Marzo 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»