Di Maio: “Mai chiesto di sostituire Tria, lasciamolo lavorare”

"Se dico che il Governo sta lavorando bene, sta lavorando bene anche il Ministro dell’Economia”
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Lasciamo in pace il ministro Tria, lasciamolo lavorare. La Lega può confermare che non ho mai chiesto un sostituto di Tria. Nel Ministero dell’Economia confluiscono i lavori di tutti i ministri, ma io parlo di lavoro di squadra. Quindi, se dico che il Governo sta lavorando bene, sta lavorando bene anche il Ministro dell’Economia”. Cosi’ il vicepremier e ministro Luigi Di Maio a ‘Mattino cinque’ su Canale 5.

DI MAIO: NESSUNA PATRIMONIALE NE’ MANOVRA CORRETTIVA

“Non ci sarà nessuna patrimoniale e nessuna manovra correttiva”. Lo ribadisce il vicepremier Di Maio.

DI MAIO: BONUS CONFERMATI, BABY SITTING DA 500 A 1.500 EURO

“Smentisco questa notizia”. Anzi, “il bonus per i baby sitting e’ passato, con l’ultima legge di bilancio da 500 a 1.500 euro”, dichiara Di Maio. “Nei prossimi 2 mesi approveremo un provvedimento per le giovani coppie che hanno figli, e fino a 3 figli, che avranno uno sconto del 50 per cento sui pannolini e del 50 per cento sulla retta dell’asilo nido. Allo stesso tempo ci saranno interventi che consentiranno di avere sgravi su baby sitter”, aggiunge. Insomma, ripete, “i bonus sono confermati”.

TORRE MAURA (RM), DI MAIO: CONDANNO CHI CALPESTA PANE, MA CI SONO TENSIONI SOCIALI

“Io credo che ci siano tensioni sociali legate al fatto che tante persone, tanti italiani sono in difficoltà. Non giustifico chi calpesta il pane o fa atti di violenza, ma so che ci sono tante tensioni sociali tra italiani e stranieri ed è mio dovere abbassare queste tensioni sociali e lavoro ogni giorno per questo” con le misure che stiamo prendendo come il reddito di cittadinanza. Lo dice il vicepremier, in merito a quanto sta accadendo a Torre Maura, quartiere della Capitale. Poi, aggiunge, “aspettiamo anche le indagini della polizia”. Perche’ se si tratta di “una cosa organizzata da un partito tipo Casapound o di ultra destra o se c’erano cittadini che commettevano “atti violenza questi vanno condannati”. Ma, ripeto “ci sono tensioni sociali da sgonfiare che vengono da una e dall’altra parte” e questo si puo’ fare solo “aumentando il benessere della vita dei cittadini”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

4 Aprile 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»