Elezioni, + Europa lancia lo slogan #Staibonino

ROMA – “Il 4 marzo non startene buono #StaiBonino“, è lo slogan lanciato dalla lista +Europa, in occasione della convention allo Spazio Novecento, a cui hanno partecipato tra gli altri il premier Paolo Gentiloni e ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda.

GENTILONI A BONINO: CAMMINANDO INSIEME POSSIAMO VINCERE

“Camminiamo insieme, possiamo vincere”. Così il premier Paolo Gentiloni conclude il suo intervento alla convention di + Europa. Gentiloni sottolinea che in queste ultime settimane di campagna elettorale “lavoreremo a testa bassa. Mi raccomando Roma 1, è molto importante“, ironizza Gentiloni parlando del collegio in cui è candidato.

Per il premier la ricetta è quella di offrire agli elettori “affidabilità e ambizione riformista. Noi non mettiamo insieme europeisti e non europeisti, mettiamo insieme culture diverse ma abbiamo una credibilità da offrire al Paese”.

CALENDA: VOTO BONINO E GENTILONI CON ENTUSIASMO

Vi aiuterò in tutti i modi possibili, penso che contaminerete l’alleanza di centrosinistra in modo straordinario”. Così il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, intervenendo alla convention di Emma Bonino in corso a Roma. Rispetto ai rapporti all’interno della coalizione guidata dal PD il ministro sottolinea: “Non è il momento di dividersi, dobbiamo stare spalla a spalla, possiamo starci simpatici e antipatici, possiamo non condividere alcune cose…” e conclude: “Voto Emma Bonino e Paolo Gentiloni non con piacere ma con entusiasmo”.

MAGI: SI DECIDE SE ANDARE AVANTI O TORNARE INDIETRO

“Il 4 marzo sarà una data importante per l’Italia e per l’Europa perché si sta scegliendo chi guiderà il futuro di questo paese, sulla scheda troverete 40 simboli ma fondamentalmente la scelta è tra chi vuole tornare indietro e chi vuole andare avanti”. Lo dice Riccardo Magi, segretario di Radicali italiani, intervenendo alla presentazione di +Europa con Emma Bonino. Per Magi non bisogna consegnare la guida del Paese a “chi vuole farti uscire dall’euro senza dirti che il mutuo che dovrai pagare avrà una moneta svalutata e debole, chi vuole toglierci il diritto di scegliere come morire quando ci siamo appena avvicinati a questa possibilità dopo aver lottato per trent’anni, chi parla di togliere le coppie omosessuali diritti che hanno appena conquistato e che mette in discussione anche la libertà della scelta delle donne sull’aborto”.

TABACCI: +EUROPA SPERANZA PER NON NAUFRAGARE

“Se il centrosinistra ha una speranza di non naufragare questa è legata al nostro ruolo”. Così Bruno Tabacci interviene alla presentazione del programma della lista + Europa con Emma Bonino. Tabacci sottolinea che del Pd si “vedono le difficoltà. La lista + Europa è la speranza del centrosinistra: dovrebbero ringraziare voi candidati perché se il centrosinistra ha una speranza non di vincere ma di gareggiare è merito vostro”. Il leader di Centro democratico attacca poi i Cinque Stelle: le loro parlamentarie dicono, sono “meno di un concorso. Il Parlamento non è la sede dei dipendenti ma la sede dove si esercita la democrazia e chi pensa di aprirlo come una scatoletta non vuole bene all’Italia”.

3 febbraio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»