“Sono fascista”: aggressione sulla metro; Scontro Raggi-Tria per le buche di Roma; Ama, Comune verso ‘no’ a bilancio

ROMA – Ecco i titoli del Tg Lazio dell’edizione di oggi:

2 NOVEMBRE, MESSA PAPA FRANCESCO A CIMITERO LAURENTINO DI ROMA

Papa Francesco ha celebrato oggi pomeriggio al Cimitero Laurentino di Roma la messa per la Commemorazione dei defunti, alla presenza di fedeli e autorità tra cui la sindaca Virginia Raggi. Proprio il Campidoglio, in occasione del 2 novembre, ha dato il via libera per la riapertura di tutti gli undici cimiteri della Capitale che erano stati chiusi dopo l’ondata record di maltempo degli ultimi giorni, potenziando anche il servizio navetta gratuito. Molti, grazie anche alla tregua del maltempo, i cittadini in visita ai propri defunti.

“SONO FASCISTA”, DA UCRAINO CALCI E PUGNI A INDIANO SU ROMA-LIDO

Sono stati denunciati per tentata rapina i due ucraini 23enni residenti a Roma che mercoledì sera, intorno alle 21, a bordo di un vagone della Roma-Lido hanno aggredito e picchiato un cittadino indiano. L’aggressione è avvenuta sotto gli occhi dei passeggeri che hanno registrato un video con il cellulare: “Sono un fascista”, ha urlato uno dei due ucraini all’indiano. All’altezza della stazione di Casal Bernocchi, i due lo hanno spinto e colpito con calci e pugni, gettando la sua borsa fuori dal treno. Proprio per questo gesto i due sono stati denunciati per rapina. Nelle fasi concitate anche una donna è rimasta ferita perdendo sangue dal volto.

MANOVRA, VIA 180 MLN PER BUCHE ROMA: E’ SCONTRO RAGGI-TRIA

“Sono arrabbiata con il ministro dell’Economia, Giovanni Tria. Spero che ci ripensi e lavorerò per questo”. Lo dice la sindaca di Roma, Virginia Raggi, commentando il taglio dalla manovra di 180 milioni di euro in tre anni destinati alle strade di Roma e, in particolare, agli interventi sulle buche. “Penso che se Tria continua in questa direzione non faccia un torto a Virginia Raggi, ma a Roma e a tutti i romani. Mi batterò in Parlamento perché questi fondi vengano mantenuti”, la promessa della sindaca. “Si dice sempre che tutti vogliono bene a Roma, sembra che siano sempre pronti ad aiutarla, poi quando c’è davvero da ‘fare i fatti’ i risultati sono questi”, lo sfogo di Raggi.

AMA. COMUNE VERSO ‘NO’ A BILANCIO, E LUNEDI’ SCIOPERO OPERATORI

Bocciare il progetto di bilancio 2017 di Ama varato ad aprile dal cda e chiedere una rettifica ai vertici dell’azienda. E’ questa la posizione che, dopo sei mesi di controlli sui conti, il Campidoglio sembra intenzionato ad adottare in Assemblea dei soci per sbloccare lo stallo che sta mettendo in crisi Ama. La scelta di fatto sancirebbe la sfiducia del Comune verso il presidente e ad, Lorenzo Bagnacani. Intanto lunedì ci sarà lo sciopero degli operatori Ama indetto da Fp Cgil, Fit Cisl e Fiadel. I rifiuti non raccolti saranno tanti, si presume circa il doppio della produzione di un giorno normale che a Roma vale circa 3.300 tonnellate (quindi oltre 6mila). Ci vorranno almeno tre giorni per rivedere la città tornare alla normalità.

2 novembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»