AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE calabria

Comuni, Bevacqua: “Bene fusione tra Corigliano e Rossano”

 

palazzo1REGGIO CALABRIA – “La decisione dei Comuni di Corigliano e Rossano di fondersi rappresenta un elemento di rilancio di un’area che è destinata, nel prossimo futuro a marcare positivamente l’unione, ridefinendo la geografia economica e sociale di una parte della Regione, tanto importante quanto al momento sofferente per la mancanza di forza organizzativa”. Così il presidente della Commissione regionale Ambiente, Mimmo Bevacqua plaude alla decisione del Comune di Corigliano che ieri ha adottato la delibera di avvio del procedimento di costruzione dell’area urbana Corigliano – Rossano e rilancia.

I tempi sono maturi per guardare oltre i due Comuni, a Sibari. Il nuovo modello di riorganizzazione del sistema delle autonomie locali – ha detto l’esponente del PD – non può escludere un’area altrettanto omogenea ai due enti, che è portatrice di ulteriori elementi di sviluppo che aspettano di essere messi a sistema. Mi riferisco all’ingente patrimonio culturale, storico, archeologico, religioso e paesaggistico – ambientale della Sibaritide che necessita di un nuovo inizio. E l’inclusione nel progetto di fusione è ciò che ci vuole per ridisegnare i confini di un aggregato urbano, che ha tutti gli elementi: mare, porti, scavi, storia e cultura, per poter diventare un’area di traino, influenza e forza”.

“La strada è tracciata – ha concluso Bevacqua – il futuro modello di organizzazione dei nostri Comuni è la fusione, un modello di governo che va nella direzione dell’ottimizzazione della gestione, della razionalizzazione della spesa e della riduzione delle diseconomie incidendo in maniera determinante, anche sull’utilizzo dei finanziamenti e delle risorse pubbliche”.

 

02 febbraio 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988