Povertà, Giro: “Nella legge di stabilità 600 milioni per combatterla”

C'è "bisogno di una misura strutturale contro la povertà estrema. Oggi è possibile con la nuova legge di stabilità" spiega il viceministro degli Esteri
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA  – “Ci sono 600 milioni in legge di stabilità per la lotta alla povertà”. Lo ricorda il viceministro degli Esteri con delega alla Cooperazione internazionale Mario Giro, che stamattina ha partecipato alla messa celebrata a Santa Maria in Trastevere con cui la Comunità di Sant’Egidio ha ricordato la clochard Modesta Valenti, la ‘santa dei poveri’, morta nel 1983 alla stazione Termini tra l’indifferenza della gente.

Bisogna guardare i poveri in faccia– aggiunge- abbiamo bisogno di una misura strutturale contro la povertà estrema, e questo oggi è possibile con la nuova legge di stabilità. Penso che momenti come questo, in cui si ricordano gli ultimi fra gli ultimi, siano molto importanti perché l’imbarbarimento della nostra società nasce anche dall’indifferenza verso quelli che il papa chiama gli ‘scarti'”.

Per Giro “da qui si riparte perché questo è il luogo più sensibile, da qui si vedono i cambiamenti sociali del nostro Paese: dal basso ci si rende conto di quello che sta succedendo nella società. Si deve ripartire da qui”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»