Federfarma Roma: “Mancano i vaccini antinfluenzali per le fasce non protette”

"È paradossale, assenti anche per farmacisti"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “La Regione Lazio ha ‘blindato’ i vaccini antinfluenzali per la fascia 6 mesi/6 anni e per chi ha più di 60 anni, ma è paradossale che per il resto della popolazione, cioè quella che maggiormente si muove, esce, traina l’Italia in una ripresa economica difficile, non ci siano vaccini disponibili”. Lo ha detto all’agenzia Dire il segretario di Federfarma Roma, Andrea Cicconetti, sottolineando che questo problema riguarda “gli stessi operatori sanitari, perché non esiste un piano vaccinale per i farmacisti, che fin dall’inizio dell’emergenza sono sul campo, a lavorare ogni giorno dietro i plexiglas”. Ieri l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, ha fatto sapere che sono circa 400 le farmacie del Lazio pronte a vendere i vaccini. “Sì, ma ad oggi non sappiamo nulla. Non sappiamo se potremo coadiuvare i medici nella somministrazione e nella distribuzione. Non sappiamo se in farmacia ci sarà bisogno di chiamare un infermiere. In ogni caso è un servizio che andrà remunerato”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

30 Settembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»