Italicum, il Governo incassa la seconda fiducia con 350 sì e 193 no

[caption id="attachment_7684" align="alignleft" width="300"] M. Renzi[/caption] ROMA -  Il governo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
M. Renzi
M. Renzi

ROMA –  Il governo ha incassato dalla Camera la seconda fiducia posta sull’articolo 2 della riforma elettorale. I si’ sono stati 350, i no 193, gli astenuti uno.

Dopo l’illustrazione degli emendamenti e le dichiarazioni di voto sull’articolo 4, l’aula di Montecitorio sara’ chiamata a votare la terza fiducia e ultima posta dal governo sull’Italicum.

Si confermano i voti dei dissidenti del Pd rispetto alla seconda fiducia. Secondo quanto si apprende non hanno partecipato al voto in 37. Ai quali si devono aggiungere 5 assenti giustificati.

Il voto finale sul testo del provvedimento sarà la prossima settimana.  Il voto finale sull’Italicum e’ previsto per la sera di lunedi’ 4 maggio. È quanto deciso in conferenza dei capigruppo a Montecitorio. L’aula e’ convocata per lunedi’ alle 12: si comincia con gli ordini del giorno; poi alle 22 o alle 23 (i tempi sono contingentati, ma potrebbe esserci un’ora aggiuntiva) il voto finale.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»