Venezuela, l’elefante pelle e ossa simbolo della crisi

E' un esemplare di elefante africano e ha 46 anni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La grave crisi economica che ha colpito il Venezuela non ha lasciato scampo neanche a un elefante africano di 46 anni dello zoo di Caracas: la fotografia scattata a Ruperta – questo il nome dell’esemplare – da alcuni visitatori, e subito rilanciata dai media americani, mostra evidenti segni di malnutrizione, tra cui magrezza eccessiva e sguardo poco vivace. Il popolo della rete si è quindi subito mosso per una raccolta fondi, ma quando alcuni attivisti hanno portato il cibo acquistato col denaro raccolto, i responsabili della struttura hanno vietato loro l’accesso, adducendo problemi di ordine igienico-sanitario.

Ruperta è diventato così il simbolo di un Paese – un tempo tra i più ricchi dell’America Latina – ormai allo stremo, dove l’inflazione è schizzata alle stelle, fiorisce il mercato nero e mancano i medicinali, sia quelli di base che quelli per cure e malattie specifiche. Nella notte La Corte suprema di giustizia ha esautorato dei suoi poteri il Parlamento con l’obiettivo di uscire dallo stallo politico, ma i leader dell’Opposizione hanno gridato al golpe.

di Alessandra Fabbretti, giornalista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»