Riprende la pulizia notturna delle strade di Bologna

Dopo la consueta sospensione estiva, da
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

pulizia hera bologna stradeDopo la consueta sospensione estiva, da martedì 1 settembre (notte fra lunedì 31 e martedì 1 settembre) riprende il servizio di pulizia notturna delle strade del centro storico di Bologna, con rimozione delle auto che saranno lasciate in sosta nelle vie interessate dal passaggio dei mezzi. Il divieto di sosta con rimozione forzata- informa una nota Hera- riguarderà sia gli autoveicoli che i ciclomotori e sarà segnalato da cartelli mobili posizionati con almeno 48 ore di anticipo lungo le strade, comprese le vie dotate anche di segnaletica fissa. Solo i veicoli muniti di apposito contrassegno appartenenti ai disabili non saranno rimossi.

Per evitare di dimenticare la notte del lavaggio, e quindi incorrere nella rimozione forzata, è possibile accedere gratuitamente al servizio SMS messo a disposizione da Hera, tramite il quale è possibile essere avvisati, anche via MAIL, del lavaggio notturno della strada del centro storico in cui abitualmente si parcheggia la propria auto. Basterà accedere al sito di Hera digitando www.gruppohera.it/clienti scegliere il comune di Bologna, cliccare su ambiente e poi sul banner “Strade Pulite”: comparirà una pagina che consentirà di iscriversi al nuovo servizio, semplicemente compilando un form.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»