Your monthly usage limit has been reached. Please upgrade your Subscription Plan.

Italia
°C

Covid, Sant’Egidio: “Il 64% delle Rsa non consente ancora visite agli ospiti”

Impagliazzo: "In eterna zona rossa, situazione anziani preoccupante"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “L’Italia è quasi tutta in zona gialla. Le Rsa, invece, continuano a vivere all’interno di una zona rossa permanente. Nonostante gli appelli accorati delle famiglie e le evidenze scientifiche diffuse dal ministero della Salute che descrivono gli effetti nefasti dell’isolamento degli anziani, le Rsa continuano a restare chiuse, accentuando lo stato di smarrimento che pervade anziani, famiglie e volontari. È inammissibile che il 60% delle strutture per anziani non consenta ancora agli ospiti di ricevere visite, incluse quelle mediche”. Questo il disappunto manifestato da Marco Impagliazzo, presidente della Comunità di Sant’Egidio, in occasione della conferenza stampa ‘Rsa e case di riposo: un’eterna zona rossa‘, tenutasi questa mattina.

Durante l’iniziativa la Comunità di Sant’Egidio ha illustrato i risultati di un’indagine che ha analizzato la situazione attuale delle Rsa italiane, focalizzandosi sull’isolamento degli anziani e sull’assenza di diritti che continua a persistere nonostante la situazione pandemica sia in miglioramento. “L’inchiesta- spiega Impagliazzo- ha preso in esame 237 Rsa presenti all’interno di dieci regioni italiane. Ne è scaturito un quadro che evidenzia come lo stato attuale delle Rsa sia totalmente fuori controllo. Continua a esserci, inoltre, una sproporzione evidente tra i costi delle strutture e i diritti garantiti agli ospiti“.

“Il 64% delle strutture analizzate- si legge nell’indagine- non consente ancora agli ospiti di ricevere visite da parte di volontari, familiari e amici che vengono ammessi soltanto nel 15% delle Rsa. Le cosiddette stanze degli abbracci non sono presenti nell’81% delle case di riposo. Le videochiamate sono consentite soltanto nel 60% delle Rsa. Inoltre- continua il rapporto della Comunità di Sant’Egidio- il 61% delle strutture non permette agli ospiti di effettuare uscite nonostante le raccomandazioni del mondo scientifico. L’assistenza religiosa, infine, è garantita in 64 strutture su un totale di 237. Più della metà, dunque, non fornisce questo servizio”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»