Puglia, Coldiretti denuncia: “Reti colabrodo disperdono un litro d’acqua su due”

Si temono gli effetti della mancanza di piogge che ha caratterizzato i primi mesi del 2020 perché "si svuotano progressivamente gli invasi"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

PUGLIA – Coldiretti teme gli effetti della mancanza di piogge che ha caratterizzato i primi mesi del 2020 perché “si svuotano progressivamente gli invasi in Puglia 2” e soprattutto perché “mancano 138 milioni di metri cubi d’acqua solo nei 4 invasi della provincia di Foggia relativi ai 2 comprensori del Fortore e dell’Osento, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso”.

“La sostanziale assenza di piogge è aggravata – riferisce il presidente di Coldiretti Puglia, Savino Muraglia – dalle reti colabrodo che fanno perdere 1 litro di acqua su 2″. “Servono interventi di manutenzione, risparmio, recupero e riciclaggio delle acque, campagne di informazione ed educazione sull’uso corretto dell’acqua e un piano infrastrutturale per la creazione di invasi che raccolgano tutta l’acqua piovana che va perduta e la distribuiscano quando ce n’è poca”, chiede Muraglia.

L’agricoltura – conclude la Coldiretti – è l’attività economica che più di tutte le altre vive quotidianamente le conseguenze dei cambiamenti climatici con una perdita in Puglia di oltre 3 miliardi di euro nel corso del decennio tra produzione agricola, strutture e infrastrutture rurali”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

28 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»