Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

IoApro in piazza contro il green pass, c’è anche Forza Nuova: insulti ai giornalisti

io_apro_protesta_ristoratori_imago
Subito i toni si sono alzati conto i giornalisti, a cui viene intimato di non avvicinarsi e non riprendere con la telecamera
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sono circa 200 le persone riunite in piazza del Popolo per la manifestazione IoApro dei ristoratori contro le nuove norme sul green pass. Ci sono due gazebi, montati sotto al Pincio, dove i manifestanti possono iscriversi al movimento IoApro; ci sono anche magliette e cappelli col logo. Due altoparlanti diffondono una musica lounge in attesa che inizino gli interventi.

“Stiamo aspettando delle persone che erano in piazza Montecitorio”, spiega al microfono uno degli organizzatori. La manifestazione, infatti, era prevista davanti alla Camera ed è poi stata spostata in piazza del Popolo. Tra i primi ad arrivare anche una coppia con stelle di David sul petto e la scritta ‘No Vax’.

LEGGI ANCHE: Liliana Segre: “Follia paragonare vaccini alla Shoah”

FORZA NUOVA IN PIAZZA DEL POPOLO, INSULTI A GIORNALISTI

È il leader romano di Forza Nuova Giuliano Castellino a guidare in piazza del Popolo una delegazione di neofascisti che si è unita alla manifestazione IoApro dei ristoratori.

Subito i toni si sono alzati conto i giornalisti, a cui viene intimato di non avvicinarsi e non riprendere con la telecamera. Insulti e qualche spintone, poi il coro: “Stampa e tv non ne possiamo più”. Infine, uno striscione srotolato sulla fontana al centro della piazza, “Non passerà”, e poi il coro “no green pass”. E ancora: “Draghi vaffanculo” e “giornalista terrorista”.

“CI FACCIAMO UNA PASSEGGIATA, SIAMO LIBERI DI FARLO”

“Adesso ci andiamo a fare una bella passeggiata per questa città, perché questa città è nostra, e devo essere libero di farlo”. Così uno degli organizzatori della manifestazione IoApro, dal palco di piazza del Popolo.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»