Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Mercatone Uno, fornitori ignorati: “Colpiti diecimila addetti”

Al tavolo convocato al ministero dello Sviluppo economico non è stata invitata l'associazione dei fornitori della catena
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Convocato d’urgenza per cercare di trovare una soluzione al fallimento di Mercatone Uno, al tavolo che si terrà oggi al ministero dello Sviluppo economico non è stata invitata l’associazione dei fornitori della catena. “Come è evidente anche oggi non sarà presa in considerazione la posizione dei fornitori che rappresentano un indotto di circa 10.000 dipendenti”, protesta l’associazione nata nel 2018 per tutelare i diritti dei creditori della società.

“Non appena completato ogni iter per i dovuti accreditamenti potremo rappresentare i nostri interessi in tutte le sedi opportune come già fatto presso il Tribunale di Milano. Per fare ciò a breve presenteremo i risultati in una relazione appositamente redatta per analizzare compiutamente le vicende di Mercatone Uno dal 2015 ad oggi e rappresentare i motivi dell’infelice epilogo dell’amministrazione straordinaria”, fa sapere il direttore William Beozzo.

Mercatone Uno, Calenda: “Venduta quando Di Maio era ministro, c’è clausola per salvaguardare lavoratori”

“Tra l’altro nel giugno 2018 i fornitori che hanno costituito l’associazione avevano già presentato un esposto al ministero e un reclamo al Tribunale di Bologna nei quali erano state ampiamente anticipate le preoccupazioni e le criticità del caso, purtroppo inascoltate, poi confermatesi nei fatti di questi giorni”, ricorda l’associazione. “Constatiamo che ancora una volta l’attenzione è rivolta solo ai 1.800 dipendenti del gruppo che rischiano di perdere il lavoro a cui va comunque tutta la nostra solidarietà- conclude Beozzo- ma voglio ricordare a tutti i soggetti coinvolti, inclusi i sindacati, che il gruppo Mercatone Uno negli ultimi anni è stato finanziato dai crediti non pagati agli oltre 500 fornitori coinvolti. I fornitori di Mercatone Uno rappresentano un indotto di oltre 10.000 persone che vuol dire imprenditori, dipendenti e loro famiglie a cui si sta letteralmente rubando il futuro”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»