Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

“Il futuro iniziò qui”, Tozzi (Fdi) presenta la candidatura al I Municipio VIDEO

ROMA - “Il futuro iniziò qui”. E' questo lo slogan della candidatura scelto da Stefano Tozzi per la
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Il futuro iniziò qui”. E’ questo lo slogan della candidatura scelto da Stefano Tozzi per la sua corsa alla presidenza del I Municipio di Roma con Fratelli d’Italia e Lega.



Nato nel Rione Monti, classe 1969, laureato in giurisprudenza, nel 2006 viene eletto Consigliere per la prima volta, nel 2008 è il più votato del centro storico e, rieletto nel 2013, diventa vicepresidente del Consiglio municipale. Il programma presenta un’alternativa “ai 23 anni di guida del centrosinistra, che hanno ridotto a pezzi il centro storico” a partire dal decoro e dalla sicurezza, passando per la riqualificazione e il rilancio dei rioni, le politiche per la mobilità, il trasporto pubblico, ma anche proposte per la valorizzazione delle botteghe storiche, le politiche urbanistiche e abitative, a partire dall’approvazione immediata della delibera relativa al piano di riqualificazione dell’Esquilino. Tozzi punta il dito verso Sabrina Alfonsi, presidente del I Municipio, responsabile della situazione di degrado del centro storico e che forse, come sottolineato dal candidato di Fratelli d’Italia, “anche per non rispondere alle nostre domande si nega ad un confronto pubblico con gli altri candidati”.

Alfonsi è accusata non solo di “non aver fatto sostanzialmente niente contro il degrado in cui versa il centro storico, ma anche di aver difeso e appoggiato acriticamente le decisioni dell’amministrazione Marino, come ad esempio l’allargamento della ZTL ai fori imperiali, l’aumento delle tariffe per la zona a traffico limitato o il taglio del 25% delle linee degli autobus che servivano il centro storico”. E proprio in tema di trasporto pubblico la proposta del candidato di fratelli d’Italia passa per la cura del ferro con l’istituzione della linea tramviaria Termini-Piazza Vittorio-Trastevere e della linea Termini-San Pietro-Piazza dei Giureconsulti, collegata al nodo di scambio di Piazza Venezia e Piazza Risorgimento fino all’Auditorium, oltre alla revisione delle tariffe ZTL a favore dei residenti. Un altro punto programmatico importante è rappresentato dalle politiche culturali, su cui Tozzi ricorda il suo impegno per tutela delle feste rionali con il rilancio, ad esempio dell’Ottobrata monticiana; iniziative che cercano di combattere la degenerazione della movida notturna, facendo rivivere il centro storico ed evitando che si trasformi in un “abbeveratoio per i giovani pieno di negozietti turistici”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»