Forte scossa di terremoto nel mare Adriatico, nessun danno a cose e persone

terremoto (1)
Intensità 5.6 seguita da repliche minori. È stata chiaramente avvertita in Abruzzo, Marche, Puglia, Molise, Basilicata e Campania oltre che in Croazia e Montenegro
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Forte terremoto nel mare Adriatico. Una scossa di magnitudo 5.6 si è verificata alle ore 14.47 ad una profondità di 5 km come riportato dall’Ingv. È seguita un’altra scossa di intensità 4.1 a pochi minuti di distanza. Altre repliche di intensità minore si stanno succedendo.

Il sisma è stato avvertito chiaramente in Abruzzo, generando paura tra la popolazione. Telefonate ai vigili del fuoco e alla Protezione civile anche in Basilicata e Molise. La scossa è stata chiaramente avvertita anche nelle Marche, in Puglia e Campania (nelle province di Napoli, Avellino, Benevento, Caserta e Salerno) oltre che in Croazia e Montenegro. Al momento non si registrano danni a cose o persone.

PUGLIA, LERARIO: “EPICENTRO A 100 KM A NORD DELLE TREMITI”

 “Ci risulta che l’epicentro sia stato individuato a cento chilometri a nord delle Isole Tremiti, nel mare Adriatico centrale. La scossa è stata avvertita fino a Bari, specie nei piani alti dei palazzi. Non ci sono segnalazioni di danni a cose o persone ma ci sono giunte diverse chiamate di gente che ha avvertito chiaramente la scossa”. Lo dichiara alla Dire, Mario Lerario responsabile della Protezione civile della Puglia.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»