Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tir al porto di Reggio Calabria, per Falcomatà progetto scellerato

Secondo il sindaco la decisione produrrebbe effetti devastanti sul piano ambientale, urbanistico e logistico dell'intera città
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

REGGIO CALABRIA – “Il passaggio dei tir per la Sicilia al porto di Reggio Calabria è un progetto scellerato che vedrà la strenua opposizione della nostra comunità. Siamo pronti a far valere le nostre ragioni, anche attraverso azioni eclatanti. È una scelta incomprensibile che va contro tutti i pareri espressi ufficialmente dalle istituzioni territoriali”. Così il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, commentando il via libera rilasciato dal ministero dell’Ambiente sul progetto di spostamento dell’approdo per i mezzi pesanti da e verso la Sicilia al porto reggino.

“Non si può autorizzare uno scempio simile – ha aggiunto Falcomatà – che produrrebbe effetti devastanti sul piano ambientale, urbanistico e logistico, pensando di far passare questa scelta sulla testa di un’intera città. Reggio Calabria è pronta alle barricate”.

Il primo cittadino del capoluogo calabrese ha espresso al ministro per l’Ambiente la netta contrarietà della comunità reggina allo spostamento dei tir, chiedendo che sia convocato al più presto un incontro nel quale approfondire la questione, anche con il supporto dei pareri tecnici ufficialmente espressi dalle istituzioni territoriali, e rivedere la decisione autorizzativa.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»