Pioggia di commenti sessisti contro la ministra Azzolina: “Nessuna donna dovrà più subire attacchi così volgari”

Il Movimento 5 Stelle accusa "follower di pagine social riconducibili alla Lega"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Nessuna donna dovra’ mai piu’ leggere commenti cosi’ infimi, subire attacchi volgari e abietti come questi. È e sara’ la mia battaglia. E la faremo a scuola. Educando le nuove generazioni al rispetto dell’altro, uomo o donna che sia, al pensiero critico, allo scambio di idee fatto con i contenuti e non con la volgarita’”. Lo scrive su facebook Lucia Azzolina, ministra dell’Istruzione.

Provo molta pena per chi si esprime in questo modo– aggiunge- e per chi alimenta questo tipo di reazione, parlando solo alla pancia e mai alla testa delle persone. È un sistema che va combattuto ed e’ lapalissiano che la scuola sia il naturale antidoto”.

M5S: CONTRO AZZOLINA GRAVISSIME FRASI SESSISTE, SIAMO CON LEI

“Le violente frasi sessiste rivolte alla ministra Azzolina dai follower di pagine social riconducibili alla Lega sono di una gravita’ inaudita. Condanniamo fermamente non soltanto la inqualificabile condotta di chi ha rivolto quelle parole becere a una donna, ma anche chi tollera e coltiva un clima di odio che ormai ha raggiunto livelli intollerabili”. Cosi’ le deputate e i deputati del MoVimento 5 Stelle in commissione Cultura.

“Alla ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina- concludono- ribadiamo tutta la nostra stima e solidarieta’: continueremo ad essere al suo fianco nell’impegno a rendere la scuola il luogo dove si formano persone che preferiscono il confronto civile e i contenuti all’odio e alla vuota propaganda”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»