Regionali, addio al silenzio elettorale: Salvini invade i social e attacca Bonaccini

In realta' la legge non impedisce la propaganda sui social, anche se l'Agcom raccomanda di rispettare il silenzio con tutti i mezzi di diffusione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Piu’ che una violazione, quella di Matteo Salvini e’ un’aperta contestazione del silenzio elettorale. Da questa mattina e fino alle 11 e 30, infatti, il leader della Lega ha pubblicato ben 6 tweet e 4 post facebook.

In realta’ la legge non impedisce a Salvini di fare propaganda sui social. E anche se le linee guida dell’Agcom raccomandano di rispettare il silenzio con tutti i mezzi di diffusione, in realta’ i social e il web non sono espressamente vietati dalla legge.

Di piu’: la pagina facebook Lega-Salvini premier contesta al candidato del centrosinistra Stefano Bonaccini di non rispettare la normativa. “Poiche’ Bonaccini del PD, contravvenendo alle norme elettorali, non ha disattivato le inserzioni a pagamento alla mezzanotte di ieri, abbiamo deciso di procedere alla riattivazione delle nostre, in attesa di chiarimenti”, scrive in un post.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

25 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»