NEWS:

Isabella Ferrari a Belve: “Ho provato tutte le droghe, ma in maniera omeopatica”

Isabella Ferrari insieme ad Alba Parietti e Melissa Satta sono le ospiti della puntata finale del programma

Pubblicato:24-10-2023 12:01
Ultimo aggiornamento:24-10-2023 12:01
Autore:

FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

(Photo credits: Stefania Casellato)

ROMA – Ultimo appuntamento della stagione per ‘Belve’, il programma ideato e condotto da Francesca Fagnani, in onda questa sera, martedì 24 ottobre su Rai 2 alle 21.20 e su Rai Italia. Isabella Ferrari insieme ad Alba Parietti e Melissa Satta sono le ospiti della puntata finale del programma.

LA SCENA DI SESSO CON NANNI MORETTI

Isabella Ferrari si confessa in un’intervista intima a Belve. La Fagnani in riferimento alla famosa scena di sesso in ‘Caos calmo’ chiede: Una volta per tutte, era reale o no? La Ferrari dice: “Quando ho fatto la prima prova entro dalla porta, do un bacio a Nanni, Nanni si ferma e mi dice ‘questo non è sapore di mare’. Ci sono delle scene che richiedono comunque una forza, una verità… io voglio starci dentro, non mi interessa fingere”. Quando la Fagnani ricorda che l’equivoco era nato anche da alcune dichiarazioni della Ferrari stessa, l’attrice risponde “Forse ho detto qualche cazzata”.


I TRADIMENTI

Quando la Fagnani le chiede se le sia mai capitato di fare dei controlli sul cellulare del marito, perché di solito chi cerca trova, l’attrice conferma: “Abbiamo trovato”. La conduttrice chiede e viceversa? L’attrice annuisce e aggiunge: “Siamo pari”.

“LE DROGHE LE HO PROVATE TUTTE, MA IN DOSAGGIO OMEOPATICO”

E alla domanda sulle droghe l’attrice risponde: “Le ho provate tutte, ma mai quelle pesanti”. La Fagnani chiede: Quali? Ferrari risponde: Ho provato canne, cocaina…” al che Fagnani interviene “che è un po’ pesante…” Ferrari chiarisce: sì, ma fermandomi sempre a un dosaggio veramente omeopatico”. Fagnani ribatte ironicamente: “La cocaina pediatrica”. “Non voglio perdere il controllo” conclude isabella Ferrari.

IL RAPPORTO CON GIANNI BONCOMPAGNI

Su Boncompagni, quando la Fagnani le chiede se lei avesse a 16 anni gli strumenti per vivere quel rapporto in maniera equilibrata, la Ferrari spiega: “Era equilibrato. È stata una grande fortuna averlo incontrato così giovane, era un po’ un padre”. La conduttrice ricorda infatti che l’attrice viveva con la figlia di Boncompagni, sua coetanea: “Sì, era diventata una bella famiglia. Io questo problema della differenza di età non l’ho mai veramente sentito”. La Fagnani le ricorda di aver parlato tempo prima di una cicatrice, e a quel punto la Ferrari: “di cicatrici ne ho diverse, non riesco a vedere una cicatrice in quel mio rapporto con Gianni Boncompagni”.

LA MALATTIA

L’attrice racconta anche della sua malattia, di cui non ha mai rivelato il nome: “credo che non rivelerò mai il nome di questa malattia perché internet è tremendo, ci inganna. Quando io l’ho fatto io mi sono molto spaventata, non l’ho detto nemmeno ai miei figli per tanto tempo perché non volevo che andassero a leggere”. Neanche adesso lo sanno? “il nome sì, adesso lo sanno. La malattia comunque è la mia forza, la mia stabilità. Mi ha cambiata, mi ha resa più sicura di me, più stabile”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy