In campo contro il cyberbullismo e per il lavoro ai giovani

di Maria Cristina Pisani - Portavoce Forum Nazionale dei Giovani Settimana complicata. Il lavoro? Non è per donne sposate, tanto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

di Maria Cristina Pisani – Portavoce Forum Nazionale dei Giovani


Settimana complicata. Il lavoro? Non è per donne sposate, tanto meno per mamme. L’offerta ‘riservata’ arriva da un parrucchiere di Bari, che ha pubblicato, sulla pagina Facebook del suo salone, un annuncio (poi cancellato) apparso controverso dalle prime righe. L’esempio del livello di inciviltà che abbiamo raggiunto.

Intanto voglio abbracciare affettuosamente Bebe Vio, oggetto di minacce su una pagina Facebook. Annuncio formalmente che il Forum Nazionale dei Giovani sta programmando appositi interventi volti al sostegno delle vittime di atti di cyberbullismo, e alla rieducazione dei minori autori di tali condotte. Tutto ciò, cercando di costruire una rete di collaborazione con le scuole, con i servizi sociali territoriali e, ovviamente, cooperando con le istituzioni pubbliche ad ogni livello. L’iniziativa è legata alla campagna “No Hate Speech Movement”, del Consiglio d’Europa, alla quale il Forum aderisce come membro del National Support Group Italia.

Voglio, poi, raccontarvi del bellissimo progetto che abbiamo promosso per i prossimi mesi, Opportuneety,  un’iniziativa pensata per completare, con nuove proposte, il sistema di Politiche Attive del Lavoro. In questi anni il crescente fenomeno dei Neet è diventato un’emergenza per molti Paesi europei. Opportuneety sarà un momento di ascolto e confronto tra i giovani, che hanno partecipato a Garanzia Giovani o ad altri programmi di politiche attive, e gli attori che implementano queste ultime (Regioni, Comuni, Centri per l’Impiego, Inps, Scuole, Università, Enti accreditati).

Per coinvolgere il più alto numero di giovani e associazioni, ascoltare le loro testimonianze ed elaborare una proposta ampiamente condivisa abbiamo previsto tre iniziative territoriali macroregionali: Padova per il Nord, Firenze per il centro e Palermo, oggi, per il Sud. Per ogni iniziativa territoriale sarà prodotto un report che contribuirà a formulare la proposta sul programma che, come Forum Nazionale dei Giovani, esporremo in un incontro nazionale previsto a Roma alla presenza del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e gli stakeholders nazionali.

Voglio ringraziare, inoltre, tutte le associazioni che ci hanno scritto per elaborare un documento comune che consegneremo a breve alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Stiamo mettendo insieme tutti i vostri importantissimi contributi.

In ultima battuta, non di certo per importanza, voglio complimentarmi con il sindaco di Oliveto Citra, Pignata, per  aver rilanciato, anche per quest’anno, il Forum Project Games (FPG), promosso dall’Ente Premio Sele d’Oro, al quale abbiamo immediatamente aderito come Forum Nazionale dei Giovani insieme alla Fondazione con il Sud. Un contest nazionale che vuole incoraggiare e premiare l’apporto dei giovani all’elaborazione di progetti e iniziative di sviluppo dei territori.

È l’esempio del Sud che ce la fa.

Ps. Sono tante le iniziative di questa settimana, ma non voglio annoiarvi in elenchi lunghissimi, potete trovare tutto sul nostro sito. Intanto questo weekend saremo in giro, a 60 anni di distanza, tra i sei Paesi  che firmarono i Trattati di Roma. Intervisteremo i ragazzi e le ragazze per raccontare, con loro, la nostra Europa. Grazie a Luis e al Forum Europeo della Gioventù per il sostegno!

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»