Migranti, il padre comboniano Zanotelli: “Un milione di profughi in Ue non deve spaventare”

"La mia prima reazione e' dire che
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

padre alex zanotelli“La mia prima reazione e’ dire che non dovremmo spaventarci, perche’ l’ONU stima che ci siano 60 milioni di profughi e rifugiati nel mondo, di cui l’86% e’ accolto da paesi poveri, poverissimi” cosi’ il padre comboniano Alex Zanotelli, intervistato dalla Dire, commenta il dato, diffuso dall’OIM – Organizzazione internazionale per le migrazioni, secondo cui nel 2015 in Europa sarebbero arrivati piu’ di un milione di profughi.

“Vorrei ricordare che il Libano accoglie, da solo, un milione e mezzo di siriani. L’unica cosa che posso dire e’ che noi europei dobbiamo semplicemente vergognarci“, ha aggiunto Zanotelli, evocando la necessita’ di aprire corridoi umanitari e dicendosi molto preoccupato per l’ascesa di partiti razzisti in Europa.

E Zanotelli conclude augurandosi “che queste persone, per Natale, invece di rimanere negli sprar o nei vari centri, vengano accolte: cosa ci vuole alle famiglie e alle parrocchie ad aprire la porta, a fare un pranzo con loro?”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»