Smart city e futuro dei centri urbani. Venerdì il convegno a Napoli

Alla Scuola Politecnica (ex facoltà di Ingegneria) dell'Ateneo Federico II. Saranno presenti, tra gli altri, il presidente del Cnr Gino Nicolais, il presidente della Crui e rettore dell'Ateneo Federico II, Gaetano Manfredi, il presidente dell'Unione industriali della provincia di Napoli, Ambrogio Prezioso, il presidente dell'Acen Napoli, Francesco Tuccillo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Come sarà la città del futuro? Quali le sfide dei centri urbani che vogliono indossare il titolo di smart city? Per rispondere a queste ed altre domande, domani – venerdì 23 ottobre – soggetti di natura differente si incontreranno a Napoli per il convegno “Smart Cities and Communities – Il contributo della ricerca e delle imprese”.

smart_cityDel tema della smart cities discuteranno tra gli altri, il presidente del Cnr Gino Nicolais, il presidente della Crui e rettore dell’Ateneo Federico II, Gaetano Manfredi, il presidente dell’Unione industriali della provincia di Napoli, Ambrogio Prezioso, il presidente dell’Acen Napoli, Francesco Tuccillo, e l’ex rettore della “Federico II”, Guido Trombetti. Dalle 9.30 alle 13.30, nell’aula magna dell’ex facoltà di Ingegneria (oggi Scuola Politecnica) dell’Università Federico II di Napoli, a piazzale Tecchio interverranno anche i responsabili scientifici e i partner industriali dei progetti PON finanziati dalla Comunità Europea ai gruppi di ricerca della “Federico II”: Aquasystem, Orchestra, Smart Energy Master e Smart Health 2.0.

Tra i partner industriali, che hanno partecipato ai Progetti sono previsti interventi dei manager di Ibm, Atos Italia, Aster e Ingineering spa. Il convegno sarà l’occasione per presentare i risultati scientifici dei quattro progetti dedicati al risparmio energetico su scala urbana, all’efficientamento delle reti idriche, all’informatizzazione dei servizi sanitari e turistici, ma anche per fare il punto sul ruolo della ricerca e delle imprese per affrontare le sfide del presente e del futuro: cambiamento climatico, questione energetica, migrazioni, evoluzione sociale e tecnologica.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»