NEWS:

Alla Festa di Roma serie attesissime, tanti film italiani, esordi e Sting

La direttrice Malanga e il presidente Farinelli firmano la nuova edizione dedicata a Giuliano Montaldo

Pubblicato:22-09-2023 16:04
Ultimo aggiornamento:25-09-2023 11:14

FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

ROMA – “Vogliamo dedicare l’edizione di quest’anno a Giuliano Montaldo, amico, grande artista in Italia e nel mondo, grande uomo delle istituzioni e grande essere umano”. Così Gian Luca Farinelli, presidente della Fondazione Cinema per Roma ha aperto la conferenza stampa della 18esima edizione della Festa del Cinema di Roma, in programma dal 18 al 29 ottobre all’Auditorium Parco della Musica ‘Ennio Morricone’. La kermesse torna ad essere diffusa per la città, dall’Auditorium al teatro Palladium fino a via Veneto e alla Casa del Cinema.

FESTA DEL CINEMA DI ROMA, IL CONCORSO

Tra i titoli in concorso ci sono ‘Mi fanno male i capelli’, il film di Roberta Torre con Alba Rohrwacher e Filippo Timi: “non è un film su Monica Vitti, ma sulla memoria, l’identità e il cinema”, ha chiarito direttrice Malanga; ‘Holiday’, una storia sulla generazione Z di Edoardo Gabbriellini e prodotta da Luca Guadagnino; e l’esordio alla regia di Paola Cortellesi che apre la Festa ‘C’è ancora domani’, scelto dalla direttrice come motto di questa edizione.

FESTA DEL CINEMA ROMA, LE SERIE ATTESISSIME

Grande spazio alla serialità. L’attesa è tutta per l’anteprima dei primi due episodi della quarta stagione di ‘Mare Fuori’ (in co-produzione con Alice nella Città). Alla kermesse anche le anteprime delle serie ‘I leoni di Sicilia’ (dal romanzo di Stefania Auci) di Paolo Genovese (Disney+), ‘La storia’ di Francesca Archibugi tratta dal romanzo di Elsa Morante, ‘Il camorrista’ di Giuseppe Tornatore che non è mai andata in onda e ‘Suburraeterna’ (Netflix) di Ciro D’Emilio che torna ad esplorare il mondo di ‘Suburra’.


FESTA DEL CINEMA, FILM PER IL GRANDE PUBBLICO

L’animazione sarà presente in questa edizione con ‘Il ragazzo e l’airone’, nuovo e atteso film del giapponese Hayao Miyazaki. Nella sezione ‘Grand Public’ ci sono: ‘Diabolik Chi sei?, terzo capitolo della saga dei Manetti bros. con Giacomo Gianniotti, Miriam Leone, Valerio Mastandrea e Monica Bellucci; Antonio Albanese con ‘Cento domeniche’; ‘Nuovo Olimpo’ di Ferzan Ozpetek; ‘Saltburn’ di Emerald Fennell (nota per il film ‘Una donna promettente’, ha co-scritto la serie ‘Killing Eve’ ed ha interpretato Camilla Parker-Bowles nella terza e quarta stagione di ‘The Crown’); ‘Te l’avevo detto’ di Ginevra Elkann con Valeria Bruni Tedeschi, Danny Huston, Greta Scacchi, Riccardo Scamarcio, Andrea Rossi, Alba Rohrwacher e Valeria Golino; ‘I limoni d’inverno’ di Caterina Carone con Christian De Sica e Teresa Saponangelo.

FESTA DEL CINEMA DI ROMA, ESORDI ALLA REGIA

Alla Festa di Roma il debutto alla regia di alcuni interpreti del cinema italiano. Oltre Cortellesi, Margherita Buy con ‘Volare’; Kasia Smutniak con il documentario ‘Mur’ per cui si è recata nella zona rossa proibita della Polonia per far luce sulle politiche di confine del suo Paese e sulla crisi dei rifugiati nell’Unione Europea; Giovanna Mezzogiorno con il cortometraggio ‘Unfitting’ con Carolina Crescentini, Ambra Angiolini, Fabio Volo, Massimiliano Caiazzo, Marco Bonini e Moira Mazzantini; e Michele Riondino con ‘Palazzina Laf’ sull’Ilva di Taranto.

FESTA DEL CINEMA DI ROMA: FILM IMPEGNATI, TEATRO TANTA MUSICA

Dopo ‘Il Colibrì’, Francesca Comencini torna alla festa con ‘Tante facce nella memoria’: sei donne, sedute in fila l’una accanto all’altra sullo sfondo scuro e spoglio di un teatro, raccontano. Si chiamano Lucia Ottobrini, Carla Capponi, Luisa Musu, Ada Pignotti, Vera Simoni, Gabriella Polli, sono mogli, madri e figlie di sei di quei 335 uomini che furono fucilati e interrati in una fossa comune il 24 marzo del 1944 alle Fosse Ardeatine.

Spazio a tanta musica. A partire dal documentario dedicato a Zucchero, ‘Io, noi e Gaber’ di Riccardo Milani e ‘Who to Love’ di Giorgio Testi con Dave Stewart, Greta Scarano e i Mokadelic. Dopo aver realizzato video, show e riprese live di concerti per i Blur, gli Oasis, Sting, i Rolling Stones, i London Grammar, Testi dirige il video di finzione di trenta minuti creato da Dave Stewart insieme all’album dallo stesso titolo di prossima uscita. Il film sarà presentato insieme a un live show esclusivo al Palladium di Roma che vedrà la presenza della leggenda della musica Dave Stewart, ex membro degli Eurythmics insieme ai Mokadelic e Greta Scarano.

In programma anche Emma Dante con ‘Misericordia’, un omaggio per il centenario di Giorgio Albertazzi e ‘Posso entrare? An ode to Naples’ di Trudie Styler. Innamorati dell’Italia, non solo della Toscana, ma anche di Napoli, Sting e la moglie Trudie Styler girano tra i vicoli popolari e i quartieri borghesi: il film attraversa le anime della città, dal cibo al Vesuvio, dalle opere d’arte al teatro dell’arte messo sempre in scena nella vita quotidiana, facendo risaltare i contrasti che la rendono una città unica, fatta di ‘luce e oscurità, vita e morte’. Al centro la musica. Tra i collaboratori, il rapper Clementino e lo street artist Jorit. Sting e Clementino saranno presenti alla festa di Roma.

FESTA DEL CINEMA DI ROMA, L’IMPATTO DELLO SCIOPERO DI HOLLYWOOD

L’impatto dello sciopero di Hollywood c’è stato per tutti da quando è iniziato. Avremmo voluto che i film presenti fossero accompagnati dai loro interpreti. Non coinvolge solo attori americani ma anche non americani ma che li lavorano. Massimo rispetto per quello che sta accadendo, alla festa ci saranno tutti quelli che possono venire”, ha detto Malanga, che ha aggiunto: “Nei prossimi giorni arriveranno altri annunci, come i protagonisti degli incontri con il pubblico”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy