Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Lavoro, Damiano: “Basta atteggiamenti predatori di alcune aziende”

"Pretendere procedure di confronto preventivo e non licenziamenti 'ad nutum' di stampo antico, tramite mail o whatsapp, è un indispensabile segno di civiltà"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Ci auguriamo che il ministro Andrea Orlando e il viceministro Alessandra Todde portino a compimento il loro decreto anti-delocalizzazioni selvagge“. Lo dichiara Cesare Damiano, già ministro del Lavoro e consigliere Inail, in risposta alle affermazioni del presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, che ha accusato il. ministro Orlando di avere un “atteggiamento punitivo verso le aziende”.

“Mettere vincoli- spiega Damiano- e prevedere una restituzione di risorse da parte delle aziende che spostano impianti produttivi efficienti e redditizi in altri Paesi, dopo aver ricevuto aiuti dallo Stato italiano, per andare alla ricerca di nuovi incentivi e di lavoratori meno costosi e con meno diritti, è il minimo che ci si possa attendere in questa situazione. Pretendere procedure di confronto preventivo e non licenziamenti ‘ad nutum’ di stampo antico, tramite mail o whatsapp, è un indispensabile segno di civiltà nelle relazioni industriali che ci sentiamo di pretendere. L’atteggiamento miope e predatorio di talune aziende, in questo caso di alcune ‘prestigiose’ multinazionali, va assolutamente fermato e non va confuso con i bravi imprenditori, la stragrande maggioranza, che creano e proteggono il lavoro in Italia”, conclude.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»