VIDEO | Violenza sulle donne, la campagna social lanciata da Mara Carfagna diventa un rap

Ecco #nonènormalechesianormale, la canzone rap realizzata dagli studenti dell’istituto Copernico-Carpeggiani di Ferrara
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – ‘Non è normale che sia normale’, la campagna di sensibilizzazione sui social lanciata nel 2018 da Mara Carfagna, nel 2019 diventa una canzone rap realizzata dagli studenti dell’istituto Copernico-Carpeggiani di Ferrara.

In occasione del 25 novembre, Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 1999, la vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia presenta l’iniziativa che quest’anno è stata realizzata in collaborazione con studentesse, studenti e docenti di un istituto superiore, finalizzata a raccogliere fondi per sostenere le famiglie affidatarie di orfani di femminicidio.

‘Non è normale che sia normale’ è già in vendita su tutti gli store online e gli introiti saranno devoluti in beneficenza all’associazione ‘Il Giardino segreto’ che avrà cura di far arrivare i soldi alle famiglie affidatarie.
Questi i risultati ottenuti con la campagna di sensibilizzazione dello scorso anno: 49.000 post su Instagram; 7.100 tweet, 38.287 retweet su Twitter; 4.531 post su Facebook; 1.030.000 visualizzazioni su TikTok; 1.320 post sul web tradizionale (blog, siti news, etc.).
Complessivamente, sui social, ci sono stati 210.000 condivisioni; 2.100.000 like; 23.000.000 di visualizzazioni complessive.

“E’ per noi tutti un’emozione grandissima- ha detto Mara Carfagna- il messaggio che abbiamo veicolato con forza un anno fa dalla Camera dei deputati in occasione del 25 novembre ha centrato il bersaglio e ha ispirato il lavoro delle studentesse e degli studenti del Copernico-Carpeggiani di Ferrara. Ora però dobbiamo fare di più, aiutando concretamente gli orfani di femminicidio, bambine e bambini che hanno visto morire la madre per mano del padre, e le famiglie affidatarie che con amore si prendono cura di loro. Possiamo farlo concretamente acquistando ‘Non è normale che sia normale’, che è disponibile su tutti gli store online, e dimostrando agli orfani e alle famiglie che non sono soli, anzi che tutta l’Italia è con loro”.

L’istituto Copernico-Carpeggiani attraverso il progetto pilota ‘The New Poets’ ha introdotto una nuova materia di insegnamento, incentrata sul dramma della violenza maschile, per prevenire questo crimine e per educare le nuove generazioni. La materia è interdisciplinare e obbligatoria durante i cinque anni di studio per tutti i 1800 studenti. Sensibilizzare e informare una ragazza o un ragazzo su questo tragico aspetto della realtà significa diffondere consapevolezza nelle famiglie, nel giro delle amicizie, in molti ambiti sociali che altrimenti non potrebbero essere raggiunti.

La canzone ‘Non è normale che sia normale’ rientra nel progetto The New Poets.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

21 Novembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»