Fi, Bernaudo: “Parisi commissario del partito? Serve percorso democratico”

ROMA - "Un partito politico come Forza Italia che vuole
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

bernaudoROMA – “Un partito politico come Forza Italia che vuole rilanciare davvero la propria azione deve innanzitutto fare due cose”. Lo dice Andrea Bernaudo, ex consigliere regionale di Forza Italia nel Lazio, oggi a capo del movimento Sos partita Iva, commentando l’ipotesi di Stefano Parisi nel ruolo di commissario del partito, circolata in queste ore.

“La prima e’ avviare un confronto di idee- spiega- ma sulla base di un processo di rinnovamento democratico dei propri organi, dai comuni, alle province e alle regioni, fino al congresso nazionale. Il resto e’ ‘casting’ e i soliti uomini della provvidenza, cioe’ i sistemi cortigiani che hanno fatto dimezzare i voti di Silvio Berlusconi e disaffezionare i militanti sul territorio”.

“In secondo luogo- continua- Forza Italia ha perso la sua iniziale mission a favore dei contribuenti e delle attivita’ produttive, tutti maciullati anche dall’azione dell’ex ministro Giulio Tremonti che ha inasprito la riscossione tributaria e diminuito i diritti dei cittadini nei confronti delle pretese fiscali, spesso balorde e infondate. Anche qui un bel mea culpa potrebbe essere una buona base da cui ripartire, ma con proposte di legge che riformino il processo tributario restituendo la dignita’ ai contribuenti italiani. Su questo abbiamo delle nostre proposte di legge gia’ pronte. Se Parisi ha intenzione di fare queste due cose- conclude Bernaudo- da parte nostra arriva un sincero in bocca al lupo”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»