NEWS:

Tragedia sfiorata a Napoli: bimba rischia di soffocare mangiando una caramella sullo scuolabus

La bimba si è salvata in extremis grazie ad una corsa disperata dei Carabinieri verso il vicino ospedale Santissima Annunziata: i medici hanno detto che un paio di minuti in più sarebbero stati fatali

Pubblicato:19-10-2023 11:15
Ultimo aggiornamento:19-10-2023 11:15
Autore:

bambina
FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

NAPOLI – Attimi di terrore, ieri a Napoli, dove una bimba ha rischiato di soffocarenel mangiare una caramella: la scena è avvenuta a bordo dello scuolabus che stava riportando i bambini a casa. Il bus è stato fermato immediatamente e l’autista e le maestre hanno tentato le manovre di disostruzione che si fanno in questi casi per permettere la respirazione della bambina, ma non hanno funzionato. Ci ha provato anche un maresciallo dei Carabiniei che passava di lì, senza successo. Il volto della bimba era ormai di colore blu. Allora è scattata la corsa disperata al pronto soccorso, dove i medici per fortuna sono riusciti a salvarla.

L’episodio è

L’episodio è avvenuto nel quartiere Arenaccia a Napoli, all’uscita della scuola intorno alle 14. Come raccontano i Carabinieri in una nota, la piccola è stata colta da soffocamento mentre era a bordo dello scuolabus: l’autista l’ha portata in strada dove assieme ad una maestra e ad alcuni passanti hanno tentato invano delle manovre disostruttive. La folla che si era formata ha fatto fermare una pattuglia dei carabinieri, un maresciallo e un carabiniere, che stava passando di lì in auto.


Il maresciallo ha provato la manovra di Heimlich ma il volto della piccina era ormai di colore bluastro e dalla bocca usciva del sangue. Assieme alla maestra parte quindi la corsa, a bordo della gazzella dei Carabinieri, verso il pronto soccorso più vicino, quello dell’ospedale Santissima Annunziata, dove i medici hanno salvato la bambina. Per i sanitari l’intervento dei militari è stato decisivo: un paio di minuti in più e l’epilogo sarebbe stato diverso. Dopo le prime cure, la bimba è affidata al padre. Sta bene ma dovrà comunque effettuare altri accertamenti.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy