hamburger menu

Tg Sanità, edizione del 19 settembre 2022

Si parla di spesa sanitaria e riforme; di Covid e vaccino; di vaiolo delle scimmie in Italia; di epatite C e tossicodipendenza; della vita oltre la SMA; della campagna ‘Nonno ascoltami’

Pubblicato:19-09-2022 15:27
Ultimo aggiornamento:19-09-2022 15:27
Canale: Tg
Autore:
Tg Sanità
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

SSN, SPERANZA: “SERVE IL CORAGGIO DELLE RIFORME, PRIMA INVESTIRE SU PERSONALE”

“Insieme a più risorse serve il coraggio delle riforme, perché le risorse sono necessarie e indispensabili, ma altrettanto lo sono le riforme”. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervenendo la settimana scorsa alla conferenza stampa indetta a seguito dell’incontro del Pd con i rappresentanti degli Ordini professionali della sanità. “La prima riforma più importante riguarda il personale, su cui bisogna investire di più- ha quindi sottolineato Speranza- Diciamo poi stop ai tetti di spesa e stop ad una idea di programmazione della spesa sanitaria costruita per silos chiusi”.

COVID, GIMBE: “IN CALO CONTAGI (-12,9%), INTENSIVE (-11,9%) E DECESSI (-14,3%)”

In calo tutti i dati Covid-19 in Italia. L’ultimo monitoraggio indipendente della Fondazione GIMBE, rileva nella settimana dal 7 al 13 settembre, rispetto alla precedente, una diminuzione di contagi passati a 107.876 contro 123.782 (-12,9%), dei morti (383 rispetto a 447, -14,3%), e anche dei ricoveri nelle terapie intensive (163 contro 185, -11,9%). “Da 4 settimane consecutive- ha commentato il presidente di GIMBE, Nino Cartabellotta- prosegue la lenta discesa dei nuovi casi settimanali, che si attestano intorno a quota 108mila, con una media mobile a 7 giorni di circa 15mila casi al giorno”.

VACCINI, SIMIT: “ANTI-OMICRON PRIORITÀ PER GLI ANZIANI IN VISTA DELL’INVERNO”

“L’aggiornamento del vaccino per Omicron permette di stimolare l’immunità contro le nuove varianti, in particolare nei soggetti più a rischio come gli anziani, in vista dell’inverno”. A dirlo il professor Marco Falcone, segretario della Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali, in occasione di un corso a Venezia sulle esigenze poste dalla nuova fase della campagna vaccinale. “Si tratta di un vaccino bivalente- ha spiegato Falcone- che riveste sia la funzione di booster per completare il ciclo vaccinale primario, per chi non lo avesse ancora fatto, sia di offrire una maggiore protezione a chi abbia già ricevuto tre o quattro dosi. Ma la nostra attenzione- ha sottolineato infine Falcone- si rivolge soprattutto agli over 60, i più colpiti da forme gravi della malattia”.

VAIOLO DELLE SCIMMIE, SALGONO I CONTAGI IN ITALIA: 813 CASI CONFERMATI

Aumenta in Italia il numero dei contagi di vaiolo delle scimmie. Secondo l’ultimo bollettino, reso noto dal ministero della Salute, i casi confermati sono arrivati a 813, con un incremento di 8 rispetto all’ultima rilevazione. Con 802 contagi, gli uomini sono ancora i più colpiti, mentre il numero delle donne affette da Monkeypox è pari a 11. I casi collegati a viaggi all’estero sono 224, mentre l’età mediana è pari a 37. Con 337 contagi la Lombardia è la regione maggiormente colpita, seguono il Lazio, con 141 casi, e l’Emilia Romagna. Non si registrano invece casi in Basilicata, Calabria, Molise, Umbria e Valle d’Aosta.

EPATITE C, IN VENETO PDTA PER ELIMINARLA TRA I TOSSICODIPENDENTI

Il Veneto è la prima Regione in Italia dove è stato elaborato un Percorso diagnostico terapeutico assistenziale (Pdta) dedicato ai tossicodipendenti positivi all’epatite C, che prevede anche lo screening dei soggetti che non fanno riferimento ad alcun Ser.D. Lo ha spiegato Felice Nava, direttore dell’Unità operativa tutela salute delle persone con limitazione delle libertà, durante il corso di formazione Ecm sulla gestione dei tossicodipendenti con epatite C, organizzato dal provider Letscom E3 con il contributo incondizionato di AbbVie. Il corso, che si è tenuto a Mestre la settimana scorsa, rientra nell’ambito di ‘Hand’, il progetto di networking a livello nazionale patrocinato da quattro società scientifiche (Simit, Federserd, Sipad e Sitd). Grazie al Fondo nazionale, quindi, sono stati destinati al Veneto sei milioni di euro per l’acquisto dei test necessari. “Al momento- ha fatto sapere Nava- la gara per l’acquisto è in corso e i test arriveranno nei prossimi mesi”.

‘LA SMAGLIANTE ADA’, TORNA IL FUMETTO CHE RACCONTA LA VITA OLTRE LA SMA

Torna anche quest’anno la ‘SMAgliante Ada’, con il lancio del terzo capitolo della saga a fumetti per raccontare la vita oltre la SMA. Presentato la settimana scorsa a Milano, il volume completa la trilogia promossa dall’Associazione Famiglie SMA e dai Centri clinici Nemo, con il contributo educazionale non condizionato di Roche Italia e la collaborazione, nel terzo volume, di NemoLab. Parte del più ampio progetto educativo-didattico, che dal 2020 accompagna bambini e ragazzi a sperimentare cosa significa costruire una società inclusiva, il terzo volume della trilogia continua a raccontare le avventure di Ada, la cagnolina affetta da atrofia muscolare spinale, che con la sua carrozzina rossa vive la quotidianità fatta di scuola, amici, famiglia, sport e tanto altro.

‘NONNO ASCOLTAMI’, AL VIA LA CAMPAGNA PER UNA SALUTE UDITIVA SANA 

“Un anziano sano è fondamentale per la società, bisogna quindi favorirne il mantenimento dell’autosufficienza e della qualità di vita. Fondamentale in questo senso è l’udito, il cui ruolo nel mantenimento di una vita attiva è troppo spesso sottovalutato”. Sensibilizzare i cittadini sull’importanza della salute uditiva è l’obiettivo di Udito Italia, per questo ogni anno la Onlus porta in giro per l’Italia la sua campagna di prevenzione ‘Nonno ascoltami!- L’Ospedale in piazza’, sostenuta dall’Oms e dal ministero della Salute. L’edizione 2022, che si svolge dal 18 settembre al 23 ottobre, per un totale di 6 domeniche, vedrà coinvolti medici specialisti, professionisti sanitari e volontari per una giornata a disposizione dei cittadini, per aiutarli a conoscere meglio l’udito.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-09-19T15:27:44+01:00