Papa Francesco: “Di fronte alle minacce a pace e sicurezza nessuno si salva da solo”

Il Pontefice lo dice nel messaggio inviato in occasione della XXXVII edizione del Meeting di Cl a Rimini
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

papa francescoROMA  – “Di fronte alle minacce alla pace e alla sicurezza dei popoli e delle nazioni, siamo chiamati a prendere coscienza che e’ innanzitutto un’insicurezza esistenziale che ci fa avere paura dell’altro, come se fosse un nostro antagonista che ci toglie spazio vitale e oltrepassa i confini che ci siamo costruiti. Cosi’ Papa Francesco nel messaggio inviato in occasione della XXXVII edizione del Meeting di Cl a Rimini.

“Di fronte al cambiamento d’epoca in cui tutti siamo coinvolti- aggiunge-, chi puo’ pensare di salvarsi da solo e con le proprie forze? E’ la presunzione che sta all’origine di ogni conflitto tra gli uomini”.

“DIALOGO PAROLA CHE NON DOBBIAMO MAI STANCARCI DI RIPETERE”

“C’e’ una parola che non dobbiamo mai stancarci di ripetere e soprattutto di testimoniare: dialogo“, scrive il Papa.

“Scopriremo che aprirci agli altri- prosegue- non impoverisce il nostro sguardo, ma ci rende piu’ ricchi perche’ ci fa riconoscere la verita’ dell’altro, l’importanza della sua esperienza e il retroterra di quello che dice, anche quando si nasconde dietro atteggiamenti e scelte che non condividiamo”.

Per il Papa “un vero incontro implica la chiarezza della propria identita’, ma al tempo stesso la disponibilita’ a mettersi nei panni dell’altro per cogliere, al di sotto della superficie, cio’ che agita il suo cuore, che cosa cerca veramente”.

In questo modo, sottolinea, “puo’ iniziare quel dialogo che fa avanzare nel cammino verso nuove sintesi che arricchiscono l’uno e l’altro”.

“L’individualismo- dice ancora- allontana dalle persone, ne coglie soprattutto i limiti e i difetti, indebolendo il desiderio e la capacita’ di una convivenza in cui ciascuno possa essere libero e felice in compagnia degli altri con la ricchezza delle loro diversita’”.

LEGGI ANCHE

Meeting di Rimini, 106 incontri e diretta streaming

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»