Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Addio al pediatra Del Vecchio, autorevole membro della Sip

antonello del vecchio
A lui sarà dedicato il 76° Congresso della Società italiana di pediatria
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Ieri ci ha lasciato Antonello Del Vecchio. Era il nostro Tesoriere ed era candidato alla vicepresidenza della Società italiana di pediatria (Sip) nel prossimo Consiglio direttivo. Una perdita immensa, come pediatra, come uomo, come padre”. Così la Società guidata da Alberto Villani annuncia la scomparsa del suo autorevole membro. “Eccellente neonatologo, appassionato pediatra, ha lottato sino alla fine contro un male che se l’è portato via in pochi mesi- si legge nella nota di cordoglio- Ci lascia in eredità la sua grande umanità e il suo impegno instancabile per i bambini autistici e con fragilità neuropsichiatriche. Il presidente Alberto Villani e il Consiglio direttivo si stringono attorno alla sua famiglia. A lui- scrive la Sip in conclusione- sarà intitolato il 76° Congresso della Società italiana di pediatria che si apre il 25 maggio“.

Dal 2008 Del Vecchio era direttore della struttura complessa di Terapia intensiva neonatale dell’Ospedale “Di Venere” di Bari e dal 2014 direttore del dipartimento Materno Infantile della Asl di Bari, presidente del Collegio di Direzione della stessa Asl. Dal 2014 insegnava Pediatria presso il corso di laurea in Infermieristica dell’Università degli Studi di Bari. Dal 2007 al 2009 è stato presidente della Società Europea di ematologia ed immunologia pediatrica (Esphi). Nel triennio 2013-2015 è stato membro del Consiglio direttivo della Società italiana di neonatologia.

Negli ultimi anni era reviewer di lavori scientifici sottomessi per pubblicazione per numerose riviste internazionali e faceva parte dell’editorial board di alcune riviste internazionali, oltre che autore di numerose pubblicazioni su riviste internazionali.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»