Migranti. Grasso: “Patti di partenariato e corridoi umanitari”

Si tratta "di una strada lunga e che richiede necessariamente una linea europea comune", spiega il presidente del Senato
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

grassoROMA – Serve la cooperazione internazionale per gestire l’emergenza migranti: dai progetti di partenariato ai corridoi umanitari. Lo sostiene il presidente del Senato Pietro Grasso, nel testo del discorso pronunciato oggi alla presentazione del Rapporto Annuale 2016 del Centro Astalli, al Teatro Argentina di Roma.

“A mio parere- spiega-, la strada da intraprendere è quella di politiche nazionali e sovranazionali attraverso le quali pianificare e investire in cooperazione internazionale e accordi bilaterali, in progetti di partenariato e in corridoi umanitari, in piani di reinsediamento e di ammissione umanitaria. Si tratta di una strada lunga e che richiede necessariamente una linea europea comune”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»