hamburger menu

Il Pd? A Bologna va alla cena di Natale della Lega

BOLOGNA - Tempo di cene natalizie anche per i partiti politici. Ed ecco che a quella della Lega spunta la

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

BOLOGNA – Tempo di cene natalizie anche per i partiti politici. Ed ecco che a quella della Lega spunta la sorpresa. Venerdì scorso alla serata conviviale organizzata della Lega bolognese a Castel Maggiore, tra i big anche il sottosegretario alla Cultura Lucia Borgonzoni, era presente Angelo Marchesini, ex consigliere comunale a Palazzo D’Accursio e oggi segretario dell’unione Pd del quartiere San Donato-San Vitale. Interpellato dalla ‘Dire’, Marchesini assicura che la politica non c’entra: insomma, non ha lasciato i dem.

Ero con un amico e per la verità è stata una cosa un po’ casuale– dice- Se ho provato imbarazzo? No, io non credo al conflitto di classe, ho amici dappertutto e nessun nemico. Credo che queste cose vadano superate. In questo momento non ci sono più elementi ideologici tali da creare imbarazzi. La linea politica è prima di tutto l’amicizia“.

La partecipazione alla cena di un altro partito, per giunta estraneo al tradizionale alveo del centrosinistra, è passata però tutt’altro che inosservata tra i dem bolognesi. Anche grazie alle foto scattate e diffuse sui social dal consigliere regionale sovranista Michele Facci, anch’egli formalmente non iscritto alla Lega, ma politicamente allineato al Carroccio.

“Cena della Lega Bologna, miglior etichetta non potevano scegliere”, ha scritto commentando su Facebook il vino “Rossobastardo” presente sul tavolo. Post scriptum: “ogni eventuale riferimento ad amici/che, conoscenti e/o commensali è -ovviamente- puramente casuale…”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2018-12-18T13:23:49+02:00