Diciotti, il sopravvissuto di Auschwitz: “Il passato può tornare”

Condividi su facebook Condividi su twitter Condividi su whatsapp Condividi su email Condividi su print ZAGAROLO (RM) - "In questi ultimi tempi c'è stato un
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ZAGAROLO (RM) – “In questi ultimi tempi c’è stato un fatto che mi ha sconvolto, quello della nave Diciotti, il divieto di scendere da una nave per duecento persone. È un atto che abbiamo già vissuto. Quando si dice ‘non sono italiani, quindi non ci spetta il compito di salvarli’ è come se non facessimo più parte del genere umano”. Lo ha detto Piero Terracina, uno degli ultimi ebrei sopravvissuti al campo di sterminio di Auschwitz, rivolgendosi ai tanti ragazzi delle terze medie di 14 comuni della Provincia di Roma che dal 22 al 28 marzo parteciperanno al viaggio della memoria patrocinato dal Consiglio regionale del Lazio.

“Voglio sperare che particolarmente voi giovani facciate memoria del passato e non sottovalutiate quello che sta accadendo oggi- ha concluso Terracina- Il passato può tornare e voi giovani dovete sorvegliare che non torni”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»