Conte e Di Maio in Libia: “I pescatori di Mazara sono liberi”

pescatori mazzara
"Buon rientro a casa", scrive su Twitter il presidente del Consiglio subito dopo la liberaizone dei 18 marittimi sequestrati nel paese nordafricano da oltre cento giorni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “I nostri pescatori sono liberi. Fra poche ore potranno riabbracciare le proprie famiglie e i propri cari”. Lo scrive su Facebook Luigi Di Maio. Poi, spiega: “Grazie all’Aise (la nostra intelligence esterna) e a tutto il corpo diplomatico che hanno lavorato per riportarli a casa. Un abbraccio a tutta la comunità di Mazara del Vallo. Il governo continua a sostenere con fermezza il processo di stabilizzazione della Libia. È ciò che io e il presidente Giuseppe Conte abbiamo ribadito oggi stesso ad Haftar, durante il nostro colloquio a Bengasi. Viva l’Italia”.

CONTE: “BUON RIENTRO A CASA

“Buon rientro a casa”. Lo scrive su Twitter Giuseppe Conte, allegando una foto dei pescatori italiani liberati oggi in Libia.

PESCATORI TORNERANNO A BORDO DEI LORO PESCHERECCI

 I 18 pescatori di Mazara del Vallo liberati oggi in Libia torneranno a casa a bordo dei loro pescherecci, il Medinea e l’Antartide. Lo ha annunciato il sindaco della cittadina trapanese, Salvatore Quinci, intervistato da ‘I Fatti vostri’, su Rai 2. “Quello di oggi e’ un giorno bellissimo e di festa a Mazara del Vallo – ha affermato Quinci -. Il ministro di Maio mi ha confermato che i nostri pescatori sono a bordo dei loro pescherecci, hanno acceso i motori e sono pronti a tornare a casa”.

LEGGI ANCHE: Motopesca sequestrati in Libia, Anci Sicilia: “Dal governo serve segnale concreto”

FAMILIARI E AMICI PESCATORI MAZARA RIUNITI IN AULA CONSILIARE

Familiari e amici dei 18 marittimi di Mazara del Vallo sequestrati in Libia dall’1 settembre si sono riuniti nell’aula consiliare della cittadina trapanese appena ricevute le notizie sulla liberazione dei propri cari. Con loro ci sono anche altri pescatori facenti parte della marineria di Mazara del Vallo e anche il sindaco, Salvatore Quinci. 

VESCOVO DI MAZARA: “FINITO UN INCUBO, GRAZIE AL GOVERNO

“Siamo felicissimi di questa notizia, tanto più bella quanto inaspettata. Tre mesi vissuti insieme ai familiari ci avevano resi scettici ma ora l’incubo è finito. Aspettiamo di trascorrere queste ore di attesa per riabbracciarli. Questo è il più bel regalo di Natale per le famiglie. La gioia è tutta loro ma è anche nostra”. Lo ha detto il vescovo di Mazara del Vallo, monsignor Domenico Mogavero, in merito alla liberazione dei 18 marittimi rinchiusi a Bengasi.

LEGGI ANCHE: La preghiera del vescovo di Mazara per i marittimi detenuti in Libia: “18 vite non hanno prezzo”

“Una bellissima notizia per il nostro Paese: i pescatori di Mazara del Vallo tornano in Italia dalle loro famiglie. Grazie a tutte le istituzioni che con un lavoro costante e silenzioso hanno contribuito alla loro liberazione”. Lo scrive su twitter il presidente della Camera Roberto Fico.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»