Vaccino come l’Olocausto: consigliere ‘No vax’ espulso dall’aula

vaccino
Il paragone è costato l'espulsione a Massimiliano Quaresima del XII Municipio di Roma. L'esponente No vax nel 2019 aveva lasciato i 5 Stelle
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il piano delle vaccinazioni antiCovid in corso in Israele come l’Olocausto. Questo paragone è costato l’espulsione dall’aula (virtuale perché in modalità on line) al consigliere del XII Municipio, Massimiliano Quaresima. “In Israele, dove non hanno capito nulla dell’Olocausto, stanno facendo al popolo la stessa cosa che hanno fatto i nazisti“, ha detto l’esponente No vax, che nel 2019 aveva lasciato i 5 Stelle, nel corso del dibattito su una mozione presentata dal consigliere Pd, Elio Tomassetti, che impegnava la presidente del Municipio, Silvia Crescimanno, e la giunta “a rappresentare alla sindaca la necessità di richiedere l’inserimento dei dipendenti di Roma Capitale tra i soggetti prioritari per la somministrazione del vaccino Anti-Covid”.

LEGGI ANCHE: Autopsia professore di Biella non evidenzia nessun legame evidente con vaccino Astrazeneca

Il PD e i 5 siringhe sono i pusher delle case farmaceutiche“, ha replicato Quaresima nel suo intervento “contrario” rispetto alla mozione. “Quando c’è stata la pandemia a marzo nessuno degli autisti è rimasto contagiato o è andato in ospedale, quindi cosa state farneticando- ha aggiunto Quaresima- Queste vaccinazioni sono pericolose e non solo Astrazeneca, da 4 anni in Consiglio vi diciamo che i vaccini sono farmaci sperimentali e non potete imporre le vaccinazioni, ci sono stati 23 morti in Norvegia col vaccino Pfizer e 21 a Como ma voi continuate con questa musica della farsa di questa pandemia, quando non ci sono più rianimazioni né ospedali pieni”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»