In Calabria possibili elezioni regionali in primavera 2021

Dopo la scomparsa prematura della governatrice della Regione Calabria Jole Santelli si apre la fase transitoria dell’Ente e si andrà ad elezioni anticipate
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

REGGIO CALABRIA – La scomparsa prematura della governatrice della Regione Calabria Jole Santelli apre la fase transitoria dell’Ente che, gestito dal vicepresidente facente funzioni presidente Nino Spirlì, andrà ad elezioni anticipate. In questo caso, come ha chiarito alla Dire l’ex presidente del Consiglio regionale Francesco Talarico, attuale assessore regionale al Bilancio, “entra in gioco l’articolo 60 del regolamento della Regione che prevede la convocazione dell’Aula entro dieci giorni dal ricevimento formale della notizia“. La prima data utile è lunedì il 26 ottobre. In quella occasione, terminata la discussione, il presidente congederà definitivamente i consiglieri. Dalla data dell’ultimo Consiglio regionale il presidente della giunta facente funzioni potrà, decorsi 60 giorni e quindi temporalmente nel mese di gennaio del 2021, indicare con proprio decreto una data utile per le nuove elezioni. Ad ora lo scenario più ipotizzabile è quello di un ritorno alle urne in concomitanza delle elezioni comunali nella primavera del 2021 che coinvolgono, tra l’altro, diversi capoluoghi di regione in Italia.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

16 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»