VIDEO | Coronavirus, ora la mostra ‘Uniform’ al Mast si visita online

La Fondazione Mast ha decise di rendere pubblici online contenuti inediti dedicati alla mostra 'Uniform into the work-out of the work': ogni settimana un nuovo contributo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Gli spazi espositivi del Mast di Bologna sono chiusi a causa dell’emergenza coronavirus, ma online sono disponibili contenuti inediti dedicati alla mostra ‘Uniform into the work-out of the work‘. Lo annuncia, in una nota, la Fondazione Mast.

In particolare, ogni settimana verrà pubblicato sul sito della Fondazione e sulla pagina Facebook un nuovo contributo dall’archivio del Mast, scelto tra conferenze, interviste e tavole rotonde e altri contenuti inediti dei protagonisti di ‘Uniform’.

Un’occasione per “fare una visita guidata della mostra con il curatore Urs Stahel e per scoprire i contributi speciali degli artisti sulle loro opere esposte”.

Sempre sul sito della Fondazione, infine, è disponibile “una raccolta di pensieri e riflessioni sulla fotografia dai quaderni dei laboratori per bambini e ragazzi”.

LEGGI ANCHE: VIDEO | FOTO | Al Mast la mostra ‘Uniform’, che racconta le divise nella storia

La mostra collettiva Uniform, inaugurata a fine gennaio, raccoglie nelle immagini di 44 fotografi così come nei ritratti industriali di Walead Beshty, indaga sul concetto e sulla storia recente dell’uniforme. Cosa ci si può trovare? Casacche divise, tute e grembiuli, colletti blu ‘contro’ colletti bianchi. La riluttanza all’abbigliamento professionale che prevale sull’orgoglio di sentirsi parte di un gruppo, che ti include, ma anche l’individualismo avvertito come una gabbia, che ti esclude

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»