Giulianelli è il nuovo Garante per i diritti della persona delle Marche

diritti
L'avvocato è stato eletto al ballottaggio con 18 voti favorevoli, dopo che per quattro votazioni successive non è stata raggiunta la maggioranza dei due terzi dei componenti l’Assemblea legislativa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ANCONA – L’avvocato Giancarlo Giulianelli è il nuovo Garante per i diritti della persona della Regione Marche. La sua nomina è stata sancita dall’Assemblea legislativa con 18 voti favorevoli (nove sono andati al legale Manuela Caucci). È stato necessario procedere al ballottaggio dopo che per quattro votazioni successive non è stata raggiunta la maggioranza dei due terzi dei componenti l’Assemblea legislativa, così come previsto dalla normativa vigente.

Giulianelli succede ad Andrea Nobili che ha guidato l’Autorità di garanzia negli ultimi cinque anni e che proprio nei giorni scorsi ha ritirato la candidatura per un nuovo mandato.

Istituito con legge del 2008, a cui successivamente sono state apportate diverse modifiche, il Garante regionale è chiamato ad occuparsi di difesa civica, infanzia e adolescenza, diritti dei detenuti, contrasto alle discriminazioni e sostegno alle vittime di reato, settore quest’ultimo introdotto  nel marzo 2020. Resta in carica per cinque anni e, in base alla normativa vigente, può essere confermato anche per un secondo mandato. Annoverato tra le Autorità indipendenti (insieme a Commissione pari opportunità e Corecom), il Garante ha i suoi uffici a Palazzo delle Marche, sede del Consiglio regionale.

APPROVATI I 21 NOMINATIVI PER IL RINNOVO DELLA COMMISSIONE PARI OPPORTUNITÀ

Approvata dal Consiglio regionale la proposta di atto amministrativo, ad iniziativa dell’Ufficio di Presidenza, contenente i nominativi per il rinnovo della Commissione regionale pari opportunità. Le 21 donne, così come previsto dalla legge istitutiva del 1986, che entrano a far parte dell’organismo sono  Rosina Alessandri,  Alessandra Alessandroni, Sandra Amato, Ilaria Bompadre, Marzia Brandi, Raffaella Bresca, Eleonora Casalini, Serena Cavalletti, Ilaria Chiovini, Antonella Ciccarelli, Manuela Corbelli,  Sara Cucchiarini,  Alessia Di Girolamo, Paola Gerini, Maria Antonietta Lupi, Katia Marilungo, Anna Maria Repice, Luisella Rossi, Veronica Ersilia Sansuini, Valentina Ugolinelli,  Maria Lina Vitturini.

La proposta ha ottenuto il via libera con 26 voti favorevoli, uno contrario e due astenuti. Nel corso della prima assemblea plenaria, presieduta dal Presidente del Consiglio Dino Latini, la Commissione provvederà ad eleggere i propri vertici con una presidente e due vice. Tra le finalità dell’organismo, che resta in carica per l’intera legislatura, la promozione di iniziative atte a concretizzare un’effettiva parità di genere, favorendo la presenza delle donne nella vita sociale, economica e politica.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»