La Corea del Nord lancia un nuovo missile verso il Giappone

Nessun test balistico precedente aveva dato prova di una tale distanza di fuoco
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA  – Pyongyang risponde alle nuove sanzioni Onu – approvate pochi giorni fa dal Consiglio di Sicurezza – realizzando un nuovo test missilistico, il settimo. Raggiungendo un’altitudine di 770 metri, e cadendo a una distanza di 3.700 chilometri, il missile ha nuovamente superato il Giappone, sorvolando l’isola di Hokkaido, per inabissarsi poi nel Pacifico 180 chilometri prima dell’isola statunitense di Guam.

Nessun test balistico precedente aveva dato prova di una tale distanza di fuoco, elemento che ha contribuito ad aumentare la tensione internazionale. Pertanto Washington e Tokyo hanno chiesto una riunione d’urgenza del Consiglio di sicurezza, prevista alle 15 ora locale degli Stati Uniti. Il premier giapponese Shinzo Abe, di fronte al secondo missile nordcoreano che sorvola il suo Paese in meno di un mese, ha detto che “è totalmente inaccettabile”, e ha esortato la comunità internazionale a “restare unita, al fine di arrivare a una soluzione pacifica”.

La nuova prova di forza di Pyongyang è stata preceduta da un comunicato del governo di mercoledì, in cui ha avvisato che “quattro isole dell’arcipelago giapponese potrebbero essere affondate da una nostra testata nucleare”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»