L’Olanda al voto tra l’Europa e Wilders

Il Partito popolare per la libertà e la democrazia (Vvd) del primo ministro Mark Rutte è favorito nelle elezioni legislative
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA  – Il Partito popolare per la libertà e la democrazia (Vvd) del primo ministro Mark Rutte è favorito nelle elezioni legislative in corso oggi in Olanda: lo indicano i principali sondaggi diffusi alla vigilia del voto, segnato per altro dalla possibilità di un’avanzata della destra nazionalista di Geert Wilders.

Ben tre dei sondaggi citati dalla stampa locale danno i liberali del Vvd attorno al 17 per cento, circa tre punti in più rispetto al Partito della libertà (Pvv) di Wilders. Anche qualora riuscisse ad affermarsi come primo partito a dispetto delle previsioni, difficilmente il Pvv potrebbe costituire un esecutivo di coalizione.

In settimana Wilders ha rilanciato le accuse nei confronti di Unione Europea, rifugiati, migranti e comunità straniere. Da ultimo nel mirino sono finiti Maometto, definito “un pedofilo e un signore della guerra”, e i turchi in generale, che sarebbero la “quinta colonna” del governo di Recep Tayyip Erdogan. Oggi oltre 13 milioni di olandesi possono eleggere 150 deputati. Urne aperte fino alle 20.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»