Sanità. Paolucci inaugura reparto Oncologia donna di Ortona

PESCARA - "Un altro tassello di eccellenza al progetto di
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

consiglio_regionalePESCARA – “Un altro tassello di eccellenza al progetto di riorganizzazione e riqualificazione della programmazione regionale sanitaria“. Lo ha sottolineato l’assessore alla programmazione sanitaria Silvio Paolucci, che questa mattina ha partecipato all’inaugurazione del reparto di Oncologia Donna all’ospedale “Bernabeo” di Ortona.

   Una struttura che, insieme alla Senologia (già attiva da diversi anni), costituisce l’unità operastiva di Chirurgia ginecologica oncologica. “Questa unità operativa – ha spiegato Paolucci – rappresenta un’eccellenza universitaria che va a insistere sul nosocomio ortonese, ma che ha valenza su un bacino non solo regionale, ma anche extra-regionale. Ha una altissima e qualificatissima specializzazione, che garantisce un’elevatissima qualità delle prestazioni”.

   A dirigere la Chirurgia ginecologica oncologica è stato chiamato il Francesco Fanfani, professore associato dell’università “D’Annunzio” di Chieti e allievo della scuola di Giovanni Scambia (direttore del “Polo Donna” del Policlinico Gemelli e docente dell’università Cattolica di Roma, ritenuto la massima autorità in Italia in campo ginecologico).

   “Con l’attivazione del nuovo reparto – ha continuato l’assessore – il Bernabeo sarà in grado di garantire alle pazienti un percorso terapeutico completo, che va dallo screening al trattamento delle patologie, fino alle fasi successive. E questo in quell’ottica di centralità del paziente, che rappresenta il principio ispiratore della riorganizzazione della sanità abruzzese che stiamo portando avanti”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»