Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Parchi e Passiti uniscono Cinque Terre e Pantelleria

ROMA - Due territori si incontrano e annullano le distanze mettendo insieme un elemento simbolo: il paesaggio e le sue
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Due territori si incontrano e annullano le distanze mettendo insieme un elemento simbolo: il paesaggio e le sue eccellenti produzioni. Pantelleria e le Cinque Terre si sono incontrate in un gemellaggio arricchito dai tanti valori in comune, ma soprattutto dalla condivisione di due elementi: la forza dell’uomo e il mare. L’incontro, chiamato “Parchi&Passiti”, promosso dai due parchi nazionali è avvenuto in occorrenza dell’accensione dello storico presepe di Manarola, il più grande al mondo.

 

 

Alla presenza di tremila persone, una cometa ha dato via all’accensione delle 15000 luci dei 300 personaggi ad altezza uomo, realizzati con materiale da riciclo da Mario Andreoli. Sulla collina delle Tre Croci il presepe, ha acceso messaggi di pace e solidarietà ma soprattutto ha puntato lo sguardo a Genova e alle vittime del crollo del ponte. Uno scenario emozionante e suggestivo sotto gli occhi di un silenziosissimo pubblico, che si è aperto con la fiaccolata dei settantacinque soci Cai e che è proseguito con lo spettacolo pirotecnico. La festa ha sancito l’incontro di due realtà territoriali lontane che hanno voluto confrontarsi e brindare con le massime espressione del lavoro dell’uomo: Passiti e Schiacchetrà. Un pomeriggio di degustazione, promosso dall’Enoteca regionale della Liguria, alla presenza di Salvatore Gabriele, presidente Parco Nazionale Isola di Pantelleria, del direttore Antonio Parrinello, della delegazione di produttori panteschi, ha permesso di conoscersi meglio per lavorare insieme nella valorizzazione della cultura identitaria ed unire le eccellenze.

Un sodalizio tra Pantelleria e le Cinque Terre che si consacra, anche, con il recente riconoscimento a patrimonio dell’umanità dei muretti a secco, pratica eroica dell’uomo che in entrambi i territori si vuole tutelare portando avanti appositi corsi di formazione. Durante la due giorni di gemellaggio, Pantelleria ha fatto sentire la sua presenza con due eventi contemporanei sull’isola: un workshop dedicato al tema del “Passeggio Terrazzato dell’Isola di Pantelleria in connubio con Il Paesaggio Terrazzato delle Cinque Terre” e un’escursione Sulle vie del Filiu”. 

:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»